Aggiornato al 20/09/2020 16:06:15
31/01/2016

24H DAYTONA: VITTORIA DELLA LIGIER LMP2 DI DERANI-BROWN-SHARP-VAN OVERBEEK

Il team Extreme Speed ha ottenuto la sua prima vittoria alla 24 Ore di Daytona con il successo della Ligier JS P2 Nissan di Johannes Van Overbeek, Ed Brown, Scott e Pipo Derani, autore all’inizio di una partenza irresistibile dalla prima fila. L’edizione 2016 ha visto anche la prima vittoria di un prototipo LMP2 contro le DP modello originale, visto che le future Dytona Prototype saranno realizzate sulla base delle LMP2 versione 2017.

La Ligier JS P2 n.2 ha preso il controllo della gara a meno di due ore dalla fine, grazie anche ad un arrembante Derani che è riuscito a recuperare anche il tempo perso per un drive-through. I vincitori hanno preceduto di 26 secondi la Corvette n.10 di R. Taylor, J. Taylor, Barrichello ed Angelelli che, al volante nell’ultimo stint, è stato portato in ospedale per controlli causa un principio di intossicazione da monossido di carbonio per una perdita di gas di scarico nell’abitacolo sul finire della gara. Terzo gradino del podio assoluto per l’altra Corvette DP di Dalziel-Goossens-Hunter –Reay.

Tra le GTML, doppietta delle Corvette C7.R con la n.4 di Gavin-Milner-Fässler davanti alla n.3 di Magnussen-Garcia-Rockenfeller dopo un duello molto combattuto negli ultimi giri. La Porsche n.912 di Bamber-Makowiecki-Christensen ha completato il podio nella categoria.

Quarto posto di classe per la prima Ferrari 488 con la n.68 di PierGuidi, Premat, Serrae Rojas e sesto per la 488 di Rigon, Vilander, Fisichella e Beretta, classificatisi dietro alla Bmw M6 n.25 di Auberlen, Werner, Farfus e Spengler.

Debutto deludente per le Ford GT afflitte da vari problemi e che hanno chiuso con il “miglior2 piazzamento della n.66 di Hand, Mueller e Bourdais, trentunesimi nell’assoluta a 46 giri dai vincitori.