Aggiornato al 20/04/2019 01:13:24
23/01/2019

A DAYTONA CON ZANARDI

Week end di corse affollato quello che ci attende, con il Rally di Montecarlo, l’e-prix di Santiago del Cile e la 24 Ore di Daytona. La Rolex 24 sul catino della Florida ha già richiamato molte attenzioni grazie ad Alex Zanardi, pronto a una nuova sfida.

Dopo aver partecipato all’appuntamento italiano del DTM 2018 a Misano, “Zanna” correrà la 24 Ore di Daytona al volante di una BMW M8 GTE del team RLL. Cresce il gradiente di difficoltà. A Misano Alex ha corso da solo con una M4 DTM due manche di 55’ + 1 giro, peraltro avversate dalla pioggia, cavandosela benissimo con un quinto posto. Nella maratona USA entrano in gioco altri fattori come la distanza e il cambio pilota. Per quest’ultima fase “Zanna” e il suo team hanno messo a punto e lungamente provato l’entrata e l’uscita dall’abitacolo per rendere più fluida l’integrazione con i compagni John Edwards (USA), Jesse Krohn (FIN) and Chaz Mostert (AUS).

Tanti comunque i temi della Rolex 24. Per la vittoria assoluta si schierano 11 DP1, sei Cadillac con Fernando Alonso (a sinistra) punta di diamante, le due Acura Penske con Pablo Montoya e Helio Castroneves, due Mazda e una Nissan, oltre a quattro Oreca LMP2. Nove le vetture GTLM con l’altra M8 di Farfus, le Ford GT di Chip Ganassi, le Corvette di Magnussen e Gavin, le Porsche di Nick Tandy e Earl Bamper impegnate in un sfida super con la stessa Ferrari 488 GTE di Risi Competizione con i piloti ufficiali Calado, Molina, Pierguidi e Rigon. Altri italiani al via nel GTD, 23 iscritti, sono Andrea Bertolini con la Ferrari 488 GT3 di Via Italia, Mirko Bortolotti con la Lamborghini Huracan GT3 del Gasser Racing Team, Emanuele Busnelli e Fabio Babini con il “toro” di Ebimotors, Andrea Caldarelli con quello di Paul Miller, e Matteo Cairoli con la Porsche 911 GT3 R Black Swan.

Le ultime news