Aggiornato al 16/07/2020 14:35:43
13/10/2013

SUCCESSO DI ALEN-KIVIMAKI AL RALLYLEGEND

Markku Alen, in coppia con Ilkka Kivimaki, con la Lancia 037 Magneti Marelli Checkstar, si è aggiudicato l’11° Rallylegend dominando le ultime due giornate di gara tra le “Historic” e controllando agevolmente il vantaggio accumulato sulla concorrenza.

Secondo posto finale per Enrico Brazzoli, campione europeo rally storici 2011, al debutto a Rallylegend e alla sua terza gara con la Lancia 037 K Sport, navigato da Maurizio Barone.

Giuliano Calzolari, con la sua Ford Escort Rs e con Corrado Costa alle note, ha cercato di difendere il secondo posto, ma la maggiore potenza della Lancia 037 di Brazzoli e il fondo asciutto, hanno avuto ragione della sua tenacia.

Tra le “Mith” ha dominato l’uruguagio Gustavo Trelles, in coppia con Jorge Del Buono, che ha condotto la Toyota Celica St 205 Orlando davanti a tutti, prendendo il comando fin dalle fasi iniziali.

Qualche problema alla frizione della Lancia Delta Integrale, nella prima giornata, ha un po’ condizionato la gara di Simone Romagna, in coppia con Dino Lamonato, alla fine secondo su di un podio completato da Marcello Colombini e Marco Selva, anche loro a bordo di una Lancia Delta Integrale.

Corsa in solitaria in testa alla classifica delle Wrc  per il campione del mondo rally 1994 Didier Auriol, in coppia con Thierry Barjou, che ha guidato per la prima volta la Citroen Xsara Wrc. La lotta per il secondo posto si è risolta a favore di Stepan Vojtech, al debutto a Rallylegend con una Peugeot 206 Wrc e con Michal Ernst alle note. Alle sue spalle ha concluso Karel Trneny, con Stanislav Kafka, a bordo di una Skoda Fabia Wrc del 2003.

 

 

Nella foto, la Lancia 037 di Markku Alen e Ilkka Kivimaki