Aggiornato al 16/07/2020 16:12:43
24/11/2013

ALLA RONDE DI POMARANCE VITTORIA E TITOLO PER DIOMEDI-TURATI

E’ il sardo Maurizio Diomedi, con una Citroën Xsara WRC del team D-Max, il vincitore della 6ª edizione della Ronde di Pomarance, finale unica del Challenge Italia Ronde Asfalto. Affiancato dal copilota comasco Mauro Turati, Diomedi ha vinto siglando il miglior tempo sull’ultimo passaggio della PS.

Per tre quarti di gara la classifica era stata in mano a Rudy Michelini, al comando dopo la terza prova su Claudio De Cecco, a sua volta tallonato da Diomedi. Ma Michelini era poi fermato da una panne elettrica mentre stava ripartendo dal Service Area che precedeva l’ultima fatica cronometrata.

A quel punto De Cecco era davanti a Diomedi per soli tre decimi, ma il pilota di Udine ha visto sfumare le sue possibilità quando allo start l’elettronica del dispositivo di partenza gli ha fatto perdere tempo prezioso. Diomedi invece siglava il miglior riscontro cronometrico andando a vincere gara e Campionato.

De Cecco alla fine ha finito secondo, mentre terzo ha terminato Gabriele Lucchesi, dopo aver lottato con Nico Signorini, alla fine quarto, mentre la quinta piazza l’ha fatta sua Alessio Santini, alla guida della Renault Clio S1600. Sesta piazza, e primo del Gruppo N, per Alfonso De Pierro, con una Mitsubishi Lancer EVO IX.

 

Classifica finale

1. Diomedi-Turati (Citroen Xsara) in 38'48.6; 2. De Cecco-Barigelli (Ford Focus Wrc) a 12.7; 3. Lucchesi-Ghilardi (Renault Clio) a 1'02.7; 4. Signorini-Riterini (Renault Clio Rs) a 1'07.0; 5. Santini-Mazzetti (Renault Clio) a 1'41.0; 6. De Pierro-Iscaro (Mitsubishi Evo 9) a 1'45.2; 7. Tucci-Micalizzi (Renault Clio S1600) a 1'53.7; 8. Barsotti-Arcangioli (Renault Clio Rs) a 1'54.8; 9. Rovatti-Bosi (Peugeot 106) a 2'05.8; 10. Gheno-Gheno (Renault Clio) a 2'14.2.

 

 

Nella foto, la Citroen di Diomedi e Turati