Aggiornato al 19/11/2017 18:52:20
30/10/2017

ANCHE L’INTERNATIONAL GT OPEN E’ DI LAMBORGHINI

Missione Compiuta, Imperiale Racing, con le Lamborghini Huracan GT3, conquista l’International GT Open. Dopo un week end di gara tirato ed impegnativo la squadra verde blu sbanca, portando a casa tutti i titoli, piloti e squadre.

Nell’ultima gara di Barcellona Giovanni Venturini si è laureato campione in un finale mozzafiato dell’International GT Open, decisosi solo al penultimo giro. Partendo già con 25 secondi di handicap derivanti dalla vittoria di gara 1, il vicentino ha dovuto soffrire fino a quando il compagno Marco Mapelli non ha tagliato il traguardo in settima posizione, celebrando così il successo. “Il secondo stint è stato davvero stressante, ho solo chiuso gli occhi e aspettato” ha commentato Giovanni, “Non riesco a esprimere come mi sento”.

Fran Rueda-Victor Bouveng (BMW Teo Martín) hanno lottato sino alla fine, ma un difficile avvio della corsa ha segnato il loro destino. Un contatto poi tra lo svedese ed Engelhart al penultimo giro ha compromesso ogni loro possibilità.

Albert Costa-Phiipp Frommenwiler (Lexus Emil Frey Racing) si sono così presi la rivincita dopo il disappunto del ritiro in gara 1, conquistando una brillante affermazione, la quarta di questa stagione, davanti alla BMW di casa Teo Martin di Lourenço Beirão-Antonio Da Costa. A completare il podio l’altra Lexus dei fratelli Farnbacher. Imperiale Racing conquista il titolo a squadre con due punti di vantaggio su Teo Martin Motorsport, nella stagione di esordio.

Thomas Biagi ha concluso gara 1 al sesto posto, a causa dei gravi danni  riportati sulla sua vettura a seguito del contatto tra il compagno Giammaria e la Lexus di Costa, mentre in gara 2 al quinto posto.

Grazie a cinque podi ed una vittoria concluderà la classifica generale di un campionato estremamente combattuto e competitivo al 4° posto

Nella Pro-Am, ritorno vittorioso per la Bentley del Jordan Racing con Witt e Meadows che si sono imposti su Brad Ellis-Oliver Wilkinson (Audi Optimum Racing) mentre a chiudere il podio la McLaren di Balfe-Bell. Successo nella prima apparizione stagionale per la Ferrari di casa Rinaldi nella Am, con Sergei Borisov-Rinat Salikhov (Rinaldi Racing Ferrari). 

 

Le ultime news