Aggiornato al 23/09/2019 13:29:13
01/09/2019

ANTHOINE HUBERT, UN SOGNO SPEZZATO TROPPO PRESTO

Autore: Marco Giachi

Fa paura l'Eau Rouge vista dal basso. Ci si passa sotto nel sottopasso per andare a piedi al paddock del circuito ed è il cammino che devono fare un po' tutti. Fa talmente paura che stamani, passandoci sotto, mi è venuto istintivo scattare un paio di foto di quella salita di cui non si vede la fine e si può solo immaginare cosa verrà dopo.

E chissà cosa avrà immaginato Anthoine Hubert quando l'ha percorsa, ieri nel secondo giro della gara delle GP2, per l'ultima volta, cosa può aver pensato un ragazzo di ventidue anni, nel pieno della sua crescita verso la gloria e verso la Formula 1, in quella compressione tremenda?

Forse si è emozionato, forse si è distratto un attimo a vedere la folla esaltata sulle tribune, forse era impreparato ad affrontare quel tratto di pista a così alta velocità, lui che fino all'anno scorso l'aveva percorso solo con la vettura della categoria inferiore?

Non lo sapremo mai perchè Anthoine, da quella compressione, non è uscito più e non arriverà mai a vedere cosa c'è dopo la salita. 

Le immagini sono confuse e, per fortuna, sono anche state censurate immediatamente dalla FIA, vista la loro drammaticità, ma si capisce che il pilota ha perso il controllo della vettura, ha urtato le barriere ed è rimbalzato in pista proprio mentre stava arrivando Juan Manuel Correa che ha centrato la vettura del francese, distruggendola con tutto quello che era al suo interno.

Una fotocopia dell'incidente di Alessandro Zanardi che si salvò per pochi centimetri perchè il musetto investitore entrò nel telaio pochi centimetri più avanti, all'altezza delle gambe appunto.

Anthoine non è stato altrettanto fortunato.

È il primo incidente grave che mi capita di vivere dal vivo, in diretta e non è facile produrre commenti sensati. So solo che sono le due di notte, sono nella mia camera di albergo in un paesino minuscolo nella campagna tedesca e mi è venuta voglia di scrivere queste righe, e gli occhi sono un po' umidi e non per il sonno.

(Per rispetto, anche la seconda gara della F2 è stata annullata e la Federazione ha deciso di avviare un’inchiesta sul tragico incidente.)

Le ultime news