Aggiornato al 18/10/2018 22:17:40
08/10/2018

CIGT: DOPPIETTA DEL TEAM ANTONELLI IN GARA 2

Pioggia, nebbia, sole: il meteo non ha fatto mancare nulla a questo fine settimana targato ACI Racing Weekend al Monza Eni Circuit rendendo ancor più appassionanti dodici gare di sei interessanti serie.

Su tutte il Campionato Italiano Gran Turismo che in Brianza ha vissuto il suo penultimo appuntamento stagionale e che ha visto mutare, al termine di gara 2, la testa della classifica che vede ora Daniel Zampieri e Giacomo Altoé con la Lamborghini Huracan di Antonelli Motorsport che sopravanzano il precedente leader Stefano Gai (Ferrari 488 team Baldini), oggi solo quarto, di 5 punti. Sono seguiti dall’israeliano Bar Baruch, vincitore ieri di gara 1 insieme a Mattia Drudi, con l’Audi R8 Audi Sport Italia. Questi quattro piloti si contenderanno a fine mese il titolo al Mugello.

Dopo la vittoria in gara 1 di Baruch-Drudi Gara 2 vede Ferrari #27 di Fisichella in pole position, accanto a lui la Huracan #16 di Vito Postiglione. Parte in testa “Fisico” sopravanzando tutti, ma in anticipo, costringendo la direzione gara a comminargli un drive through che gli viene comunicato nel corso dell’ottavo giro. In ogni caso la cronaca dei primi giri riporta che Fisichella si difende dall’attacco della Lamborghini Super Evo #132 del serbo Milos Pavlovic che precede la #16. Spinelli (Huracan #19) risale posizioni e conquista prima il terzo e poi il secondo posto. Sta per avvicinare e attaccare la Rossa #27 ma arriva la notizia della penalizzazione e quindi attende che Fisichella rientri ai box. Cosa che avviene al decimo giro. Spinelli è al comando, dietro di lui Postiglione e la Huracan #63 di Zampieri, mentre la Ferrari della Baldini si attesta al decimo posto. Viene il momento dell’apertura della corsia dei box. Al termine della girandola dei cambi pilota, a meno di 18 minuti dal termine, si trovano in testa due Lamborghini dell’Antonelli Motorsport: la #19 di Veglia e la #63 di Altoé. Dietro di loro la Huracan Imperiale Racing #16 di Basz, la Ferrari di Stefano Gai e l’Audi di Bar Baruch. Veglia sembra imprendibile, ma prevalgono i calcoli di scuderia in chiave campionato: rallenta e nel corso del 24° giro viene superato da Altoé che conquista, con Zampieri, vittoria e  leadership che dovrà difendere nell’ultimo round di campionato. Podio quindi tutto Lamborghini. Poi Ferrari e Audi.

Le ultime news