Aggiornato al 02/12/2020 00:56:41
01/04/2017

CIR: ANDREUCCI ED ANDREUSSI TRIONFANO NEL 64° RALLYE SANREMO

Grande Andreucci!. Dopo il mezzo passo falso al Ciocco, prima gara della stagione, Paolo Andreucci e Anna Andreussi, con la Peugeot 208 T16 R5, sono subito tornati al successo aggiudicandosi la 64esima edizione del Rallye Sanremo, quinta vittoria della classica ligure che va ad aggiungersi a quelle del 2006, 2010, 2015 e 2016.

L'equipaggio della Peugeot 208 T16 sale sul gradino più alto del podio al termine di una gara che ha dominato: già da ieri, in gara 1, grazie al successo in quattro delle sei prove speciali mentre Scandola (Škoda Fabia R5) si aggiudicava la San Romolo e Hayden Paddon (Hyundai i20) la Mini Ronde corsa “in notturna”. Oggi il campione toscano si è ripetuto vincendo quattro delle cinque prove in programma, con Adrea Nucita (Škoda Fabia R5) che si è aggiudicato la PS finale del Rallye Sanremo.

Andreucci, approfittando delle disavventure del suo più diretto rivale nella corsa al titolo, Simone Campedelli, fermo per una uscita di strada con la sua Ford Fiesta R5 irrimediabilmente danneggiata, non solo ha ottenuto il massimo del punteggio ma si è anche portato al comando della classifica del tricolore.

Nella classifica generale della gara, il secondo posto è andato ad Hayden Paddon (Hyundai i20) che, in questa trasferta extra WRC per prepararsi per la Corsica, ha confermato la sue grandi qualità andando molto forte in una gara per lui completamente nuova. Dietro di lui si sono piazzati Umberto Scandola e Guido d’Amore, Škoda Fabia R5, con il pilota veronese che, come spesso accaduto nelle ultime gare, ha dovuto fare i conti con la cattiva sorte. Scandola ha forato già nella terza prova della gara, perdendo una manciata di secondi che lo hanno praticamente subito tolto dalla lotta per il primo posto. Alla fine il pilota di Škoda Italia Motorsport esce comunque dalla classica sanremese con un buon gruzzolo di punti che lo mantengono nelle parti alte della classifica tricolore.

La classifica di campionato vede tra i suo protagonisti anche Alessandro Perico, con la Škoda Fabia R5 della sua PA Racing, quarto nell’assoluta al termine di una gara che non lo ha completamente soddisfatto, anche se lo colloca al secondo posto nella classifica di campionato.

Buone le prove disputate di Elwis Chentre, in coppia con Fulvio Florean su Hyundai i20 R5, primi nel Trofeo Asfalto. Gara nel segno dell’apprendistato più assoluto anche per il sedicenne Kalle Rovampera, Peugeot 208 T16, che ha continuato a macinare chilometri sull’asfalto. Tra le prestazioni da sottolineare quella di Fabrizio Andolfi JR che con la sua Abarth 124 Rally si è piazzato al settimo posto dell’assoluta, primo del Campionato Italiano RGT.

Nel Campionato Italiano Due Ruote Motrici vittoria per Kevin Gilardoni, Renault Clio R3T, a lungo in lotta con Riccardo Canzian. L’italo svizzero resta dunque ancora al comando della classifica tricolore 2RM. Nell’appuntamento d’esordio del tricolore Junior la vittoria è andata a Marco Pollara, primo con la Peugeot 208 R2 ufficiale. Ottima la prova del bresciano Luca Bottarelli, sempre su Peugeot, è stato particolarmente veloce nella seconda tappa.

Nel Campionato Italiano R1 gara interessante e combattuta, tra le Twingo R1 di classe A e le Suzuki Swift R1 B, dove il successo del rally a Sanremo è andato ad Alberto Paris, in  testa  anche al Trofeo Twingo. Alle spalle del bellunese subito Stefano Martinelli con la Swift R1 B, primo ancora nella classifica del Suzuki Rally Trophy e in testa alla classifica della serie tricolore R1.

Classifica Assoluta 64° Rallye Sanremo Finale

1. Andreucci-Andreussi (Peugeot 208 T16 R5) in 1:53'35.3;
2. Paddon-Marshall (Hyundai i20 R5) a 38.6;
3. Scandola-D’Amore (Skoda Fabia R5) a 1’16.5;
4. Perico - Turati (Skoda Fabia R5) a 3’34.4;
5. Chentre-Florean (Hyundai i20 R5) a 5’33.3;
6. Ferrarotti-Caputo (Ford Fiesta R5) a 8’33.6;
7. Andolfi-Menchini (Abarth 124 Rally) a 9’22.3;
8. Gilardoni-Bonato (Renault Clio R3T) a 12’26.3;
9. Gache-Belhacene (Abarth 124 Rally) a 12’48.3;
10.Pollara-Princiotto (Peugeot 208 T16 R5) a 13’44.5.

Classifica CIR Assoluto: Andreucci 25,50; Perico 18; Campedelli 16,5; Scandola 15; Chentre 11,50; Ferrarotti 7; Nucita 5,50.

Nelle foto, Andrecucci ed Andreussi sul podio ed in gara e, in basso, Hayden Paddon  

CHIUDI X