Aggiornato al 15/11/2018 11:53:38

CIR: ANDREUCCI FA UNDICI

“Siiiiiii!!!! Ce l’abbiamo fatta, ma quanta fatica!! Abbiamo affrontato questo ultimo appuntamento di campionato con un handicap di mezzo punto su Scandola e non era la situazione migliore con cui avrei mai voluto arrivare a Verona. Ci siamo concentrati molto su ogni singolo particolare, ma lo confesso, eravamo tesi, bastava un nonnulla per buttare via il lavoro di una intera stagione. Né io né Anna volevamo lasciare nulla sul tavolo, volevamo a tutti i costi la vittoria e grazie all’impegno di tutta la squadra ce l’abbiamo fatta. Una grande soddisfazione che rende merito di un lavoro egregio fatto quest’anno da tutti, un grosso grazie a Pirelli che è stata fondamentale. Grazie a tutti gli altri sponsor che mi hanno sostenuto in questa stagione e che hanno creduto ancora in me. Grazie anche alle migliaia di tifosi che nel corso del campionato mi hanno fatto sentire una vicinanza pazzesca, fatta di tanti gesti e che sono venuti a tifarci con grande passione. GRAZIE!!”

Paolo Andreucci ha appena vinto il suo undicesimo titolo di Campione Italiano Rally assoluto. Gli è stato sufficiente il terzo posto finale nel Rally Due Valli, al termine di una gara intelligente. A Verona vince meritatamente per la seconda volta consecutiva Luca Rossetti, efficace cacciatore di traguardi, in coppia con Elena Mori, questa volta al volante di una Hyundai i20 R5 che ha corso senza condizionamenti di classifica. Dall’ultima PS, dove Andreucci e Anna Andreussi hanno spaccato il secondo per evitare beffe come all’Adriatico, è uscito secondo Andrea Crugnola. Il pilota Ford rimane dietro nella classifica del CIR, a “Ucci” basta il terzo posto, ma si aggiudica il Campionato Rally Asfalto. Con il ritiro di Campedelli nella prima piesse di ieri, l’attesa era tutta su Umberto Scandola che correva sulla strade di casa. Ma il pilota della Skoda non è stato in grado di mantenere un passo sufficiente ed ha chiuso al quinto posto, preceduto da Elwies Chentre.

Chiudono in bellezza la stagione 2018, Damiano De Tommaso e Michele Ferrara per i già ottenuti titoli tricolori nel Campionato Junior e nel Due Ruote Motrici piazzandosi a Verona undicesimi assoluti con la Peugeot 208 R2B.

Per quanto riguarda il Trofeo Peugeot Competition Top 2018, la vittoria in gara è andata a Tommaso Ciuffi e Nicolò Gonella che sono semplicemente arrivati in fondo alla gara senza commettere troppi errori, davanti ad Andrea Mazzocchi e Silvia Gallotti, diretti avversari, molto bravi qui tra gli Junior, rimasti alle spalle di De Tommaso per gran parte della gara.

Un altro risultato di rilievo a Verona lo ha ottenuto nuovamente con la sua Suzuki Swift R1B, il Campione Italiano R1 e vincitore del Trofeo Suzuki Rally Trophy Giorgio Cogni, davanti a Simone Goldoni e i Stefano Martinelli. Migliore tra le Twingo R1 il già vincitore del Trofeo dedicato alle piccole Renault, Alberto Paris, autore di ottimi tempi tra le vetture di classe R1.

CLASSIFICA ASSOLUTA 36° RALLY DUE VALLI | FINALE

1. Rossetti-Mori (Hyundai I20 NG R5) in 1:46:06.6;
2. Crugnola-Fappani (Ford Fiesta R5) a 28.5;
3. Andreucci-Andreussi (Peugeot T16 R5) a 46.0;
4. Chentre-Giovenale (Skoda Fabia R5) a 1’02.4;
5. Scandola-D'Amore (Skoda Fabia R5) a 1’06.2;
6. Michelini-Perna (Skoda Fabia R5) a 2’42.8;
7. Hoelbling-Grassi (Skoda Fabia R5) a 3’56.4;
8. Tosi-Del Barba (Ford Fiesta R5) a 4’26.2;
9. Maestrini-Michi (Skoda Fabia R5) a 7’37.3;
10. Zaglia- Gaggioli (Peugeot 208 R5) a 8’02.3.

CIR ASSOLUTO: Andreucci 72; Scandola 66,5; Crugnola 63; Campedelli 52.

CIR JUNIOR: De Tommaso 77; Mazzocchi 58; Ciuffi 50; Nicelli 37; Nerobutto 31.

CIR COSTRUTTORI: Ford 120; Skoda 115,5; Peugeot 82.

CIRA: Crugnola 70,5; Michelini 48; Scattolon 41.

 

CHIUDI X   
Le ultime news