Aggiornato al 09/07/2020 13:53:36
16/10/2016

CIR: BASSO-GRANAI CAMPIONI 2016

Autore: redazione - FC

Giandomenico Basso e Lorenzo Granai sono i nuovi Campioni d’Italia Rally. Il verdetto è arrivato all’ultima gara, pardon all’ultima tappa, di una delle stagioni più combattute degli ultimi anni. In effetti l’ago della bilancia si era spostato a favore del pilota trevigiano già al termine della prima tappa del Rally Due Valli, quando ha portato a tre punti il vantaggio nei confronti di Andreucci.

Oggi il Campione uscente ha lottato da par suo, è riuscito a precedere Basso, i due hanno terminato terzo e quarto, nella classifica di tappa 2, che ha visto il riscatto di Scandola, dopo la foratura di ieri, e il nuovo piazzamento “rubapunti” di Campedelli, ed è primo nella classifica finale della gara, la quarta che si aggiudica nel 2016. Ma Basso, ha mantenuto un vantaggio di lunghezze nella classifica del CIR, che tiene conto dei punteggi acquisiti tappa per tappa.

Polemiche su questo regolamento ce ne sono state, e ce ne saranno ancora, avremo modo di tornarci. Il verdetto è però chiaro Basso, autore di una grande seconda metà di Campionato, da quando la BRC gli ha messo a disposizione la Ford Fiesta R5 benzina, è il nuovo Campione d’Italia e bissa il titolo di nove anni fa con la Punto Abarth ufficiale.

CLASSIFICA 34° RALLY DUE VALLI - TAPPA 2

1. Scandola - D'Amore (Skoda Fabia R5) in 45:10.3;
2. Campedelli-Fappani (Ford Fiesta R5 ldi) a 13.6;
3. Andreucci-Andreussi (Peugeot 208 T16 R5) a 17.5 a;
4. Basso-Granai (Ford Fiesta R5) a 32.8;
5. Perico-Turati (Peugeot 208 T16 R5) a 1’06.2;
6. Hoelbling-Grassi (Skoda Fabia R5) a 2’42.9;
7. Ferrarotti-Bizzocchi (Renault Clio R3C) a 2’52.3;
8. Panzani-Baldacci (Renault Clio S1600) a 3’08.3;
9. Tacchella-Zullo (Peugeot 207 S2000) a 3’28.7;
10 .Pollara-Princiotto (Peugeot 208 R2) a 4’05.9.

TOP 10 FINALE 34° RALLY DUE VALLI

1. Andreucci-Andreussi (Peugeot 208 T16 R5) in 1:45:42.2;
2. Campedelli-Fappani (Ford Fiesta R5 ldi) a 2.2;
3. Basso-Granai (Ford Fiesta R5) a 3.0;
4. Scandola - D'Amore (Skoda Fabia R5) a 7.7;
5. Perico-Turati (Peugeot 208 T16 R5) a 3’23.7;
6 .Hoelbling-Grassi (Skoda Fabia R5) a 5’13.1;
7. Tacchella-Zullo (Peugeot 207 S2000) a 7’41.7;
8. Panzani-Baldacci (Renault Clio S1600) a 7’58;
9. Ferrarotti - Bizzocchi (Renault Clio R3C) a 8’34.0;
10. Pollara-Princiotto (Peugeot 208 R2) a 9’57.3.
CHIUDI X   
Le ultime news