Aggiornato al 16/07/2020 15:49:00
03/05/2018

CIR: LA GARA “PIU’” DI ANDREUCCI

Chissà se alla Targa Florio, edizione numero 102, gara organizzata dall’Automobile Club Palermo in collaborazione con Automobile Club d’Italia, varrà il detto “non c’è due senza tre”. La questione riguarda Paolo Andreucci (nella foto) che con la Peugeot 208 T16 ha vinto le prime due gare del CIR 2018, Ciocco e Sanremo.

D’altra parte, Paolo è il recordman assoluto di questa gara, che ha vinto già 10 volte, che si adatta particolarmente, alle sue caratteristiche. Ma mai come in questa stagione, gli avversari si presentano agguerriti ed in grado di metterlo in difficoltà, come dimostrato dai precedenti appuntamenti del tricolore.

Tra i più accreditati ci saranno infatti Simone Campedelli con la Fiesta R5, Andrea Crugnola, altra Fiesta R5 e, Umberto Scandola con la Fabia R5 di Skoda Motorsport Italia. Il primo, affiancato da Tania Canton si presenta in Sicilia reduce dal0 secondo posto ottenuto a Sanremo. Per quanto riguarda il secondo insieme a Danilo Fappani e con la Ford Fiesta R5 curata da Ford Racing Italia ci sarà solo da confermare le belle prestazioni della prime due gare.  Anche per il terzo, Scandola la classica siciliana “capita” nel momento più opportuno per riscattare le sfortune dei primi due appuntamenti della serie, conclusisi con il terzo gradino del podio a Sanremo.

Il calore dei tifosi sarà rivolto soprattutto verso Marco Pollara e Giuseppe Princiotto, con la seconda vettura di Peugeot Italia, molto veloci, ma finora sfortunati. Ma i tifosi si faranno sentire anche nei confronti degli outsider sempre velocissimi Andrea Nucita con la Hyundai I20 R5 e Salvatore Riolo con la Skoda Fabia R5.

Tra gli altri iscritti al tricolore assoluto, Antonio Rusce, su Ford Fiesta R5, Rudy Michelini, su Skoda Fabia, Luca Panzani con la Ford Fiesta Evo II, Kevin Gilardoni, su Ford Fiesta, oltre alle Skoda Fabia  di Giacomo Scattolon, Leopoldo Maestrini  Federico Santini ed Alessio Profeta, Giuseppe Testa con la Ford Fiesta R5, se la vedranno tra loro per conqistare le migliori posizioni nella top-ten.

La gara siciliana è valida anche per il Campionato Italiano 2 Ruote Motrici, il Campionato Italiano Rally Junior, ed il Campionato Italiano R1.  Nel Due Ruote Motrici sarà presente Ivan Ferrarotti, che cercherà di recuperare la leadership iniziale nei confronti di Riccardo Canzian, assente a questa gara, ma anche agli attacchi di Christian Lucchesi con l’Abarth 124 Spider, Nicola Fiorillo, Alessandro Nerobutto.

Damiano De Tommaso che correrà al Targa sia per la classe sia per il tricolore Junior. Proprio nel CIR Junior, il pilota del Peugeot Team, dovrà riprendere i suoi avversari, in particolare Tommaso Ciuffi al comando della classifica ed Andrea Mazzocchi, che ora lo precedono in classifica. Ad aggiungersi alla lista la lombarda Rachele Somaschini, anche lei con la Peugeot 208 R2, iscritta anche al tricolore femminile.

Attesi anche i concorrenti del Campionato Italiano R1, che in Sicilia vedrà al via sei Suzuki Swift R1B in lotta per la serie tricolore, ma anche per il trofeo monomarca Suzuki Rally Trophy che ha in Giorgio Cogni il leader della classifica tra le Swift1.

Il fine settimana della 102° Targa Florio prevede la partenza alle ore 17.30 di venerdì 4 maggio da piazza Massimo nel centro di Palermo, tradizionalmente gremita di pubblico. A seguire la prova spettacolo a Termini Imerese prima della pausa notturna. Sabato 5 maggio alle ore 8.15 la Targa riparte con un programma di 15 prove speciali, alcune inedite, per 153 km di prove speciali su un totale di 439 km. Scillato, Geraci, Bergi, Pollina e Cefalù, un loop di 5 prove da ripetere tre volte prima della conclusione prevista alle ore 21.00 in piazza Garibaldi davanti al Duomo di Cefalù.

CHIUDI X