Aggiornato al 15/11/2018 20:02:07
29/06/2018

CIR: PARTE IL SAN MARINO

Ci siamo! Per il Campionato Italiano Rally è giunto il momento degli sterrati della Repubblica di San Marino. Il quinto appuntamento tricolore rally, organizzato dalla F.A.M.S., Federazione Auto Motoristica Sammarinese. Oggi pomeriggio, i cinquanta equipaggi iscritti alla gara sammarinese alla sua 46° edizione stanno per prendere il via, venerdì alle 14, 30, dal Multieventi Sport Domus di Serravalle a San Marino. Li aspetta una prima tappa di cinque tratti cronometrati il primo dei quali, la prova speciale “Montecchio” è la nuova prova spettacolo che verrà trasmessa in diretta da Rai Sport e si svolgerà con la formula ad inseguimento, con due equipaggi contemporaneamente in gara. Seguiranno le prove di Sant’Agata Feltria e Monte Benedetto entrambe da ripetere due volte. La giornata si concluderà con il riordino a Riccione alle 22,15. Da Piazzale Roma a Piazzale Ceccarini dove avverrà una presentazione degli equipaggi. Tanto spettacolo e tanto sport da far assaporare anche a chi non conosce a fondo queste appassionanti realtà.

Domani il rally ripartirà dal Multieventi per altre otto prove speciali sui tracciati di “Sestino” e a “Lunano-Piandimeleto”, due giri. In totale tredici i tratti cronometrati per complessivi 120 km immersi in un percorso complessivo di 593,04 km.

L’attenzione si concentra soprattutto per la sfida tra i piloti partecipanti al Campionato Italiano Rally, con occhi soprattutto puntati su Paolo Andreucci. Il dieci volte campione e attualmente leader della classifica tricolore (57 punti) dopo quattro round disputati, insieme ad Anna Andreussi a San Marino, proverà ad entrare nella storia di questo rally con la Peugeot 208 T16 R5 gommata Pirelli. Il pilota di Castelnuovo Garfagnana, infatti con cinque successi è quello che ha vinto di più nella classica sammarinese. Umberto Scandola (32 punti), vincitore lo scorso anno in coppia Guido D'Amore con la Skoda Fabia R5 gommata Dmack, è sicuramente uno dei favoriti per il successo finale, per la sua nota bravura sui fondi sterrati. Atteso con curiosità sugli sterrati anche il terzo in classifica CIR, Andrea Crugnola (27 punti) che insieme a Danilo Fappani,  ha tutte le carte in regola per essere grande interprete nel weekend sammarinese con la Ford Fiesta R5 di Ford Racing Italia gommata Michelin. E poi c’è Simone Campedelli (22 punti) che tenterà il tutto per tutto a bordo della Ford Fiesta R5 Orange 1 Racing, con alle note di Tania Canton. Il romagnolo, vorrà tornare prepotentemente in corsa per lo scudetto.  Oltre a questi principali indiziati del CIR, la lista dei pretendenti al podio presenta altri papabili nomi tra questi Giuseppe Testa, su Ford Fiesta R5, ancora in dubbio dopo l’incidente di ieri nei test collettivi,  e il Luca Panzani, qui su Skoda Fabia R5. Ad arricchire l’elenco partenti anche la presenza del giovanissimo finlandese Eerik Mika Pietarinen con la Peugeot 208 T16 R5. 

Nelle foto, Paolo Andreucci ed Anna Andreussi sul podio del Rally Elba con, a sinsitra, Umberto Scandola. Sotto, Scandola e Andrea Crugnola

CHIUDI X   
Le ultime news