Aggiornato al 09/07/2020 12:21:53
25/09/2016

CIR: SCANDOLA SI AGGIUDICA IL ROMA CAPITALE

Autore: redazione - FC

Il re del 4° Rally di Roma Capitale è Umberto Scandola assieme al navigatore Guido D’Amore a bordo della Skoda Fabia R5, che bissano la vittoria della scorsa stagione. Sul podio al secondo posto Paolo Andreucci e Anna Andreussi con la Peugeot 208 T16 R5, terzo posto per l’equipaggio Giandomenico Basso – Lorenzo Granai con la Ford Fiesta R5 di Brc.

Nella Tappa 2 Scandola-D’Amore hanno vinto tre delle cinque prove speciali della giornata, comandando la tappa dall’inizio alla fine, mentre per il secondo posto è stata decisiva l’ultima P.S. dove Basso ha scavalcato Andreucci, ed ha tagliato il traguardo con 0,7 secondi di vantaggio sul pluricampione d’Italia.

Adesso la situazione vede i tre big del CIR tutti molto vicini. In testa ancora su Giandomenico Basso con 80,75, secondo Paolo Andreucci con 80 punti e Umberto Scandola con 74,50.

Il commento di Paolo Andreucci è indicativo: “Il risultato del Rally di Roma ha fatto si che la classifica generale si compattasse ancora di più. Siamo tutti lì in ottica campionato. Distacchi veramente irrisori. Si decide tutto all’ultimo Rally di Verona. Chi vince lì vince il Campionato Italiano Rally 2016. Quindi c’è poco da dire o da far conti. Andiamo lì per provare a vincere entrambe le tappe e vincere il decimo titolo”.

Alle spalle dei primi tre a Roma hanno chiuso al quarto posto Simone Campedelli insieme a Danilo Fappani con la Ford Fiesta R5 BRC alimentata a gpl che non è riuscito a trovare il giusto feeling sulle strade romane. Un rally poco fortunato in generale per gli equipaggi in corsa per il Trofeo Rally Asfalto a partire dal bergamasco Alessandro Perico, ritirato questa mattina per rottura del turbo della Peugeot 208 T16 R5.

Quinto e sesto posto assoluto per il pilota locale Tonino di Cosimo con la Skoda Fabia R5 e Alessandro Re su Ford Fiesta R5. Michele Tassone, in coppia con Alice De Marco, alla guida di una Peugeot 208 T16 R5 chiude la gara settimo assoluto. Nella top ten entrano anche Marco Pollara e Giuseppe Testa, entrambi su Peugeot 208 R2, ovvero i due massimi protagonisti del Campionato Junior.

Nel femminile, Corinne Federighi (Renault Clio R3) dopo aver vinto tappa 1, si è fermata durante la giornata odierna e ha lasciato campo libero a Beatrice Calvi che con la Peugeot 208 R2 ha ottenuto la testa di tappa 2 e i punti importanti per la classifica di campionato.

Nalla R1, dove il titolo è stato già assegnato a Jacopo Lucarelli, il più veloce a Roma è stato l’equipaggio formato da Renato Travaglia e Massimo Nalli con la Suzuki Baleno SR R1B, davanti a Stefano Martinelli, mentre Nicola Angilletta è stato il più veloce nel Suzuki Rally Trophy.

Luca Panzani, navigato da Sara Baldacci, chiude la classifica dei primi dieci e con questo risultato porta a casa l’edizione 2016 del Trofeo Clio R3T, mentre al vertice del Trofeo Twingo R1, protagonista assoluto è stato l’equipaggio formato da Riccardo Canzian e Matteo Nobili.

Il Rally di Roma Capitale, assistito da bellissime giornate settembrine, si chiude con la soddisfazione dell’organizzatore: 70.000 spettatori hanno seguito l’evento nei tre giorni di gara, dalle due prove spettacolo sotto il Colosseo Quadrato alle altre prove speciali sulle strade laziali.

Max Rendina, l’ideatore della manifestazione, non riesce a nascondere l’entusiasmo per la 4a edizione e commenta “L’aver portato a Roma una gara di rally è un sogno che diventa realtà. Non sono state poche le difficoltà economiche e organizzative di questa edizione ma vedere tantissimi bambini e semplici curiosi fare il tifo per i piloti in gara mi ha fatto emozionare. Siamo riusciti a centrare l’obiettivo di raccogliere attorno ad un evento automobilistico non solo i patiti del rally ma anche semplici spettatori, passanti, turisti. Il nostro sport ha bisogno di manifestazioni così per farsi conoscere tra la gente comune. La Motorsport Italia e tutta l’organizzazione lavorano da sempre per questo.”   

4º RALLY DI ROMA CAPITALE – Classifica Tappa 2

1.Scandola-D’Amore (Skoda Fabia R5) in 44'35.0;
2. Basso-Granai (Ford Fiesta R5) a 5.7;
3. Andreucci-Andreussi (Peugeot 208 T16 R5) a 6.4;
4. Campedelli-Fappani (Ford Fiesta R5 gpl) a 50.2;
5.Di Cosimo-Francescucci (Skoda Fabia R5) a 1’18.6;
6. Re-Ciucci (Ford Fiesta R5) a 1’24.5;
7. Tassone-De Marco (Peugeot 208 T16 R5) a 1’44.1;
8 .Pollara-Princiotto (Peugeot 208 R2) a 4’07.0;
9. Panzani-Baldacci (Renault Clio R3T) a 4’16.5;
10. Testa-Mangiarotti (Peugeot 208 R2B) a 4’19.8.

4º RALLY DI ROMA CAPITALE Classifica Finale

1.Scandola-D’Amore (Skoda Fabia R5) in 1:34'26.1;
2. Andreucci-Andreussi (Peugeot 208 T16 R5) a 5.9;
3. Basso-Granai (Ford Fiesta R5) a 38.3;
4. Campedelli-Fappani (Ford Fiesta R5 gpl) a 2’51.4;
5. Re-Ciucci (Ford Fiesta R5) a 3’11.6;
6. Di Cosimo-Francescucci (Skoda Fabia R5) a 3’16.2;
7. Tassone-De Marco (Peugeot 208 T16 R5) a 3’31.7;
8. Pollara-Princiotto (Peugeot 208 R2) a 9’05.8;
9. Testa-Mangiarotti (Peugeot 208 R2B) a 9’18.1;
10. Panzani-Baldacci (Renault Clio R3T) a 9’18.4.
 

CLASSIFICA PILOTI CIR: Basso 80,75pt; Andreucci 80; Scandola 74,50; Campedelli 45,50; Perico 27

CHIUDI X   
Le ultime news