Aggiornato al 14/04/2021 15:53:49
28/06/2015

CITE: VITTORIA DEL "CINQUONE” DI MILANI-FERRARIS IN GARA 2

Matteo Milani e Mario Ferraris, sul "Cinquone" Abarth 500 della Romeo Ferraris, sono i vincitori di gara 2 del Campionato Italiano Turismo Endurance a Imola.

Una vittoria, anche di Prima Divisione, che arriva meritatamente all’equipaggio milanese non appena completate le soste obbligatorie dove Valentina Albanese, in testa nel primo stint e terza al traguardo sulla Leon Racer leader di Divisione TCR, è stata costretta al maggior handicap tempo.

Finalmente risolti gli inconvenienti tecnici patiti nei due primi round, Roberto e Luli Del Castello, padre e figlia al volante della BMW M3 3.2 della RC Motorsport, salgono finalmente sul podio con il secondo posto assoluto e di categoria.

Risultato sfuggito a Paolo Meloni e Max Tresoldi (M3 3.2 W&D Racing) con il sammarinese che, quando era alla caccia della battistrada Albanese, ha completato il primo stint oltre tempo massimo subendo quindi la penalità in tempo di 3 minuti per la quale sono d'ufficio al quinto posto assoluto.
Un errore alle soste avrebbe potuto costare caro anche a Filippo Maria Zanin (BMW 320 Promotorsport) che invece, nonostante 35 secondi di penalità, riesce comunque ad infilare la sesta vittoria di fila in Seconda Divisione dato il distacco che era riuscito a guadagnare sull'iridato Andrea Bertolini, al debutto sulla nuova Abarth 695 Assetto Corse Endurance della Squadra Corse dello Scorpione.

Sul podio di categoria anche Riccardo ed Alberto Fumagalli (BMW 320 Zerocinque Motorsport), mentre Massimo Zanin (BMW 320 Promotorsport), attardato da un drive-through ed i giornalisti Lorenzo Facchinetti e Giovanni Lopes (Citroen C3 Max della 2T Reglage & Course) chiudono al quarto e quinto posto. Ottimo nono posto assoluto invece per l'altra new entry del Campionato, la Alfa Romeo Giulietta Quadrifoglio Verde di Gianni Giudici.

Sfortunata, infine, la gara di Stefano Valli e Vincenzo Montalbano (E90 3.2 Zerocinque Motorsport) che a causa di un'uscita di pista del sammarinese al sesto giro sono stati costretti al ritiro quando insidiavano la terza posizione di Milani.