Aggiornato al 22/08/2019 15:45:27
28/04/2019

CIVM: A SARNANO E’ IL TURNO DI FATTORINI

Michele Fattorini su Osella FA 30 Zytek di gruppo E2SS ha vinto con il tempo di 3’52”97 il 29° Trofeo Lodovico Scarfiotti, secondo appuntamento stagionale del Campionato Italiano Velocità Montagna. Al secondo posto Omar Magliona, ora nuovo leader del CIVM, seguito dal giovane Giuseppe Vacca, entrambi sulle Osella PA 2000 Honda di gruppo E2SC.

Un week end molto impegnativo per il vincitore portacolori della Speed Motor, che ha lavorato molto, dopo la prima salita di prova col team Fattorini alla risoluzione di continue noie -“Il lavoro sulla monoposto è molto articolato, però questa vittoria ci da molta fiducia”-.

Anche Omar Magliona dopo le prove si è messo al lavoro con la SAMO Competition per ottimizzare le regolazioni sulla sua biposto -“Il set-up ha funzionato - spiega l’alfiere CST Sport - purtroppo in gara noie al cambio e poi il sedile che si è staccato, non hanno certo favorito la prestazione, che mi sta un certamente stretta”

Notevole il quinto posto, alle spalle di Farris , di per Federico Liber, secondo tra le monoposto, il veneto che ha subito sbaragliato la concorrenza al suo rientro in CIVM sulla Gloria CP8 Suzuki.

Secondo successo pieno in gruppo GT per Lucio Peruggini su Lamborghini Huracan GT3 la super car di derivazione ufficiale e con le evolute coperture Avon. Solo poco più di due secondi il gap di Luca Gaetani su Ferrari 458 GT3. Soddisfazione per Roberto Ragazzi, primo in Super GT Cup con la nuova Ferrari 488 al debutto in CIVM, con cui il driver Superchallenge ha preceduto la gemella del romano di Best Lap Maurizio Pitorri. Pieno di punti in GT Cup per Stefano Artuso sulla versione challenge della 458 del Cavallino.

Tra le silohuette del gruppo E2SH dopo le travagliate prove ha trovato il giusto set up per l’Alfa 4C Alessandro Gabrielli. Fermo allo start Marco Gramenzi con la sua 4c 001 Furore per una rottura meccanica.

Solo 90 centesimi di secondo hanno assegnato il successo a Daniele Pelorosso su Renault Clio Proto in gruppo E1, sulla estrema vettura di preparazione Kedda, con la quale ha preceduto Antonio Scappa sulla MINI John Cooper Work della DP Racing in piena fase di sviluppo

Assolo in gruppo A per l’altoatesino Rudi Bicciato, il pluri campione della scuderia Mendola ha fatto il vuoto sulla Mitsubishi Lancer.

Per il gruppo N primo successo stagionale per il pugliese Giovanni Lisi, che ha preparato con cura il successo sin dalle prove regolando al meglio la Honda Civic Type-R di preparazione Cozza.

Fotofinish in Racing Start Plus, con testa a testa tra MINI John Cooper Works, risolto per 7 centesimi di secondo a favore di Serafino Ghizzoni su Giacomo Liuzzi.

In Racing Start nuovo affondo di Oronzo Montanaro che Giovanni Angelini, molto a suo agio sula MININ JCW ed il rientrante Roberto Chiavaroli. Per la RS nuovo primato del salernitano della Scuderia Vesuvio Gianni Loffredo.

Il 29° Trofeo Lodovico Scarfiotti quest’anno ha celebrato il 50° dalla prima edizione della Sarnano - Sassotetto, che si disputò nel 1969. Le partenze sono iniziate con i concorrenti del Tricolore Autostoriche e prima dello start la gara ha rivolto un saluto alla memoria di Roberto Misseri, Commissario Sportivo nazionale scomparso sabato 27 aprile.

 

Le ultime news