Aggiornato al 22/07/2018 14:43:38
25/06/2018

CIVM: MERLI DA RECORD NELLA COPPA TEODORI

La 57ª Coppa Paolino Teodori ha fatto segnare il nuovo record sui 5,031 Km da Colle San Marco a San Giacomo: 2’07”00 segnato da Christian Merli in gara 2 al volante dell’Osella FA 30 EVO Zytek LRM, prototipo monoposto di gruppo E2SS con cui il portacolori di Vimotosport ha vinto la gara organizzata dal Gruppo Sportivo dell’Automobile Club Ascoli Piceno, prendendo punteggio pieno per il tricolore e rinsaldando la leadership europea. Seconda posizione per Domenico Cubeda con l’Osella FA 30 Zytek preparata da Paco 74. Terza piazza per Omar Magliona sulla Norma M20 FC. Il pilota sardo di CST Sport malgrado abbia recriminato un assetto non perfetto per la gara ha comunque difeso la testa del tricolore e quella di gruppo E2SC.

“In prova abbiamo ottenuto già una prestazione interessante ed abbiamo regolato la nostra monoposto in prospettiva gara per favorire il lavoro della perfette gomme Avon, anche su un asfalto che in gara si è rivelato più scivoloso - ha spiegato Merli - non potevamo desiderare di più con il massimo del punteggio per l’italiano e l’europeo colto qui, oltre al primato!”-.

Appena sotto al podio duello ravvicinato tra due giovani, Francesco Conticelli, quarto, rimane in testa alla classe 2000 e tra i pretendenti al tricolore con l’Osella PA 2000 Honda, dopo una ripartenza per interruzione in gara 1, costata il rendimento limitato delle gomme che si sono sporcate ed andate poi fuori temperature, e Michele Fattorini che finalmente ha trovato l’intesa con la nuova Osella FA 30 Zytek ed ha ottenuto il 5° posto finale. Sesta piazza per Diego Degasperi che ha faticato a governare l’Osella FA 30 eccessivamente ballerina sul fondo scivoloso.

Nei vari raggruppamenti, Federico Liber su Gloria C8P ha consolidato la leadership tra i Motori Moto ed in classe 1600 delle monoposto andando a sfiorare la top ten, seguito dal vincitore di classe 1000 delle biposto Achille Lombardi con la Osella PA 21 Jrb BMW. Tra le biposto di gruppo CN ancora una prova al massimo del rendimento per Cosimo Rea, che al volante della Ligier JS 51 Honda ha fatto il vuoto e preso la testa del gruppo.

Nel gruppo E2SH Manuel Dondi con la Fiat X1/9 spinta da motore Alfa Romeo, ha attaccato e fatto centro davanti a Alessandro Gabrielli che ha concretizzato gli ottimi progressi della Alfa 4C Picchio, e Carmine Tancredi sulla BMW M3 Cosworth, mentre Marco Gramenzi che finalmente ha disputato una gara test completa sulla Alfa 4C Zytek.

Se il 24enne francese Pierre Courroye su Mc Laren MP4 12C ha vinto alla sua prima volta ad Ascoli, per il tricolore del Gruppo GT Lucio Peruggini sulla Ferrari 458 GT3 ha ancora una volta vinto ma questa volta di un soffio su Marco Iacoangeli, sulla BMW Z4 che al limite di gara 1, ha toccato le barriere di protezione a pochi metri dal traguardo..

Pronostici ribaltati in gruppo E1 dove solo 3° in gara 1 si è piazzato il leader Marco Sbrollini, sulla Lancia Delta EVO, il portacolori Speed Motor nella prima salita si è appoggiato ad un guard rail per via di uno spegnimento improvviso della vettura. In gara 1 ha vinto al debutto stagionale Ferdinando Cimarelli su Alfa 156, 2° di gruppo nella generale.

Vittoria e nuovo record di gruppo A ottenuto in gara 1 dal pluricampioneRudi Bicciato al volante della Mitsubishi Lancer. Seconda posizione tricolore dietro il ceko Vojacek su Subaru, per il vincitore di classe 1600 Angelo Guzzetta con  la Peugeot 106.

In gruppo N con 1 a 1 finale e classifica generale a favore di Lorenzo Mercati su Mitsubishi Lancer, che ha preceduto la lady trentina Gabriella Pedroni che su auto gemella ha vinto gara 2 per 2 centesimi di secondo e rimane leader anche tra le dame.

In gruppo RS+ è tornato al successo dopo Fasano Giovanni Loffredo su MINI. Terza posizione per un sorprendente Romano Fenati, il rider ascolano protagonista della Moto 2, che non ha rinunciato al fascino della gara di casa e al volante della MINI si è messo in ottima evidenza anche sulle 4 ruote.

Antonio Scappa ha centrato un’altra importante vittoria in gruppo RS con la MINI John Cooper Works curata dalla DP Racing e ha preso il largo nella classifica tricolore di categoria.

Le ultime news