Aggiornato al 20/09/2020 10:18:19
15/01/2011

DAKAR 2011: VITTORIA ININFLUENTE PER SAINZ

Autore: GBC

Tra le auto la speciale di Cordoba era l’occasione per Carlos Sainz di reagire alle delusioni del giorno prima quando aveva strappato la ruota. Lo spagnolo ha superato dieci concorrenti nel fango, causato dalle violente piogge della notte precedente e dopo un settore di 61 km neutralizzato dall’organizzazione verso fine speciale, a causa del terreno, ha continuato il suo show. Malgrado una foratura, alla fine ha tagliato il traguardo con un vantaggio di 2’43 sul compagno di team Giniel De Villiers e 6’11 sul leader della generale Nasser Al Attiyah, che si appresta a vincere la sua prima Dakar.  Stephane Peterhansel, all’attacco per cercare di guadagnare il podio, ha sofferto anche oggi. Il pilota BMW X-Raid ha forato ancora e subito un surriscaldamento del motore, dopo aver danneggiato il radiatore. Il francese ha ottenuto il 4° posto di tappa, lo stesso che conserva in generale.

Tra le moto Cyril Despres è partito  per giocarsi le ultime possibilità. Con lo svantaggio di aprire la pista, il pilota KTM stava riuscendo nel suo intento, avendo guadagnato un vantaggio massimo di 2’30 al chilometro 240. Ma il leader della classifica generale Marc Coma,  pur risparmiando la moto e stando attento a non commettere errori di navigazione, è passato al contrattacco nel finale, ha recuperato il ritardo ed è andato a vincere la speciale, la quinta dall’inizio della Dakar. In classifica generale, Marc Coma possiede ora un vantaggio di 16’36 su Despres, quasi un’ora su Lopez e 1h42’ su Rodrigues.

Tra i quad, dietro Alejandro Patronelli, che gestisce senza problemi la sua leadership, e Sebastian Halpern, a 58’, la battaglia per il terzo posto ha visto la vittoria di tappa di Christophe Declerck. Il francese ha spinto Lukasz Laskawiec a 3’19’ e consolida un pochino il suo terzo posto in generale.
 
Per questa penultima tappa tra San Juan e Cordoba, l’organizzazione aveva deciso di far partire per primi i camion su un percorso più corto di quello degli altri concorrenti, prendendo la parte finale della speciale auto e moto, per 318 chilometri totali. Vladimir Chagin, con il suo Kamaz, ha ottenuto la sua settima vittoria di tappa per il 2011 e precede il suo compagno di squadra Firdaus Kabirov di 1’05 e lo spagnolo Pep Vila su Ginaf-De Rooy per meno di 5’. In generale Chagin possiede un vantaggio di più di mezz’ora su Kabirov. Seguono altri due Kamaz, quello di Nikolaev a più di tre ore e quello di Mardeev a più di 5h30.
 
Nelle foto, Giniel De Villiers e Cyril Despres