Aggiornato al 13/07/2020 14:48:22
17/01/2020

DAKAR 2020: CARLOS III

Festa grande per Carlos Sainz e Lucas Cruz che hanno vinto il Rally Dakar per la terza volta, avendo già trionfato nel 2010 e nel 2018 nel primo caso con il VW Touareg, due anni fa con la Peugeot 3008 DKR, in quel caso il “Matador” era al volante di un buggy, lo stesso tipo di vettura scelta da MINI che conquista la sua quinta vittoria nella corsa più dura al mondo. A Quiddiya Sainz e Cruz con la MINI John Cooper Works Buggy n.305, ha concluso con 6’21 di vantaggio sul vincitore dello scorso anno Nasser Al-Attiyah dopo circa 7.500 chilometri da Gedda a Riad attraverso l'Arabia Saudita, che per la prima volta ospitava la Dakar.

"Sono molto, molto felice – ha dichiarato Sainz - Tanto duro lavoro, allenamento fisico e lavoro di prova con la squadra ha permesso di ottenere questo risultato. La gara è stata fantastica per noi piloti, ma hai dovuto lavorare molto duramente, fin dal primo giorno. È difficile da immaginare, ma è stato un rally a tutto gas fin dall'inizio. In questo momento,

Proprio nell'ultima tappa Al-Attiyah ha reso definitivo il suo secondo posto, relegando il recordman Il vincitore del record della Dakar Stéphane Peterhansel al terzo posto, 9’58 minuti dietro a Sainz e Cruz.  "È stata una Dakar un po' strana per me – è “Peter” che parla- Abbiamo deciso all'ultimo minuto di cambiare co-piloti, e poi siamo andati direttamente in gara con Paulo Fiuza. Sono contento del risultato. Siamo arrivati terzi, più di quanto ci saremmo aspettati al via. I ragazzi davanti sono stati molto veloci e non hanno commesso errori di navigazione. Abbiamo fatto il meglio che potevamo fare".

Pur avendo mancato la doppietta le MINI JCW Buggies si sono dimostrate come le più veloci tra le auto in corsa. I due equipaggi della MINI JCW Buggy hanno vinto quattro tappe ciascuno, una, la prima ha visto il successo del lituano Vaidotas Zala (LTU) con una MINI JCW quattro ruote motrici, portando a nove il totale del brand. Con una vittoria figurano Giniel De Villiers e Al-Attiyah con il Toyota Hilux pick-up quattro ruote motrici e il gentleman francese Mathieu Serradori con un SRT. Fernando Alonso si classifica alla fine tredicesimo. Il due volte campione del mondo F1, già in forte ritardo a inizio gara è stato protagonista di una grande rimonta con il Toyota Hilux raggiungendo la top ten, poi persa per il capottamento di due giorni fa.