Aggiornato al 12/12/2018 04:11:00
22/11/2018

F1 ABU DHABI: ANTEPRIMA ED ORARI TV

Il Mondiale di Formula 1 si era già chiuso in Brasile con la conquista del titolo costruttori da parte della Mercedes dopo che Hamilton si era già laureato campione nel precedente GP del Messico e questo fine settimana cala definitivamente il sipario sulla stagione 2018 del Campionato di Formula 1 con il GP di Abu Dhabi che si corre sul circuito di Yas Marina.

Aspettando l’ultimo Gran Premio si può dire che, nel confronto con le ultime stagioni, abbiamo assistito ad un Mondiale più ricco di sorprese, colpi di scena, e grandi sfide senza esclusione di colpi tra i principali avversari, sia piloti, sia team, con alti e bassi che hanno visto però prevalere la Mercedes su una Ferrari che tanto aveva fatto sperare a inizio annata, ma che dopo il GP del Belgio sembra essere nata un po’ in confusione come il suo pilota di punta.

Dopo aver perso la sfida di entrambi i Campionati, la Ferrari ha indubbiamente voglia di riscatto puntando ad una vittoria per concludere al meglio la stagione, così come Vettel, che vuole rompere la serie negativa che per lui dura dal GP del Belgio, ed anche Kimi Raikkonen che, in procinto di passarre alla Sauber, vorrà chiudere al meglio la sua seconda esperienza con la Ferrari, della quale resta pur sempre l’ultimo ad aver conquistato il titolo piloti con le Rosse.

Nonostante le vittorie dei titoli Piloti e Costruttori, la Mercedes e Lewis Hamilto ci hanno insegnato che non sono mai sazi di vittorie e punteranno all’ennesimo successo che potrebbe essr colto anche da Bottas, hammer permettendo.

Le due grandi rivali della stagione dovranno però star attente alla Red Bull, che nelle ultime gare sembra aver ritrovato una giusta competitività e con un Max Verstappen che sembra finalmente cresciuto negli ultimi GP e che dopo aver perso l’occasione di un successo in Brasile per il contatto negli ultimi giri di gara con Ocon, avrà decisamente voglia di rifarsi. Per non parlare del suo compagno Daniel Ricciardo che cercherà il successo per presentarsi da vincitore approdando in Renault dopo la decisione di lasciare la Red Bull.

Il GP di Abu Dhabi sarà anche l’ultimo per Fernando Alonso che dopo 17 anni ed i due Titoli del 2005 e del 2006, chiuderà la sua carriera in Formula 1 e, anche se non si conoscono i suoi piani per il fturo, continuerà fino alla Le Mans del 2019 il suo impegno nel WEC con la Toyota. A lui la Formula 1 lascirà sicuramente ricordi contrastanti, dalle gioie ed esaltazioni per le vittorie a qualche rammarico per le delusioni, i risultati negativi e certe scelte forse poco azzeccate: per un campione alla fine i soldi non sono tutto!

Il Gran Premio di Abu Dhabi chiude la stagione 2018, ma in effetti apre già quella 2019 con i due giorni di test collettivi (martedì 27 e mercoledì 28), in cui i piloti proveranno i pneumatici 2019 e per alcuni di loro sarà già il debutto con i Team per i quali correranno la prossima stagione.

Per la gara la Pirelli ha nominato i P Zero Red supersoft, Purple ultrasoft e Pink hypersoft, le tre mescole più morbide della gamma 2018. Gli ultimi due colori saranno presenti per l’ultima volta in un fine settimana di gara, visto che nel 2019 si avranno tre colori uguali per tutti i gran premi: bianco, giallo e rosso.

“Ancora una volta portiamo una nomination più morbida rispetto agli scorsi anni: nella stagione 2018, i Pink hypersoft sono stati selezionati per sei gare, di cui solo tre su un circuito permanente” spiega Mario Isola, Responsabile Car Racing della Pirelli. “Questi pneumatici sono stati usati qui per la prima volta nei test post-stagione: Abu Dhabi è l’unico circuito dove i piloti hanno potuto testare i pneumatici Pink hypersoft prima di utilizzarli in un gran premio. Sarà molto interessante vedere il loro comportamento in gara, specialmente per quanto riguarda la strategia che inizia già dalle qualifiche del sabato. Anche quest’anno, i Team rimarranno tutti ad Abu Dhabi per i test collettivi, durante i quali proveranno anche i pneumatici 2019 sulle monoposto attuali. Un primo assaggio di come sarà la prossima stagione”.

Per quanto riguarda la pista, la prima parte è molto veloce, con due rettilinei in cui viene utilizzato il DRS, mentre a partire dalla curva 12 le curve secche si intensificano ed impediscono di raggiungere i 300 km/h nella sezione restante del tracciato.

La gara prende il via alle ore 17.10, con la luce solare, ma dopo 20 minuti arriva il tramonto e l’ultima ora e un quarto si disputa con la luce artificiale. Quest’alternanza si traduce in un calo delle temperature di 10-15 gradi, con conseguente riduzione del grip e prestazioni mutevoli in frenata. Nei primi 20 minuti di gara, quelli disputati sotto il sole torrido, il grip è invece elevato così come le temperature dell’impianto frenante con possibili problemi di smaltimento termico ed usura del materiale d’attrito.

Formula 2 e GP3 tornano a gareggiare ad Abu Dhabi, dopo l’ultima gara di due mesi fa a Sochi e per la serie cadetta sarà l’ultimo gran premio visto che dal prossimo anno prenderà ufficialmente il nome di Formula 3.

Il GP di Abu Dhabi in TV

Venerdì 23 Novembre 2018

Prove Libere 1: 10:00 – 11:30 diretta Sky Sport F1 HD
Prove Libere 2: 14:00 – 15:30 diretta Sky Sport F1 HD

Sabato 24 Novembre 2018

Prove Libere 3: 11:00 – 12:00 diretta Sky Sport F1 HD
Qualifiche: 14:00 – 15:00 diretta Sky Sport F1 HD e TV8

Domenica 25 Novembre 2018

GP di Abu Dhabi: 14:10 diretta Sky Sport F1 HD e TV8

 

Le ultime news