Aggiornato al 11/12/2017 08:34:55
12/04/2017

F1 GP BAHRAIN: ANTEPRIMA ED ORARI TV

Dopo Australia e Cina, la Formula Uno si trasferisce in Bahrain per la prima gara in notturna della stagione, su un tracciato che nelle ultime tre edizioni ha visto sempre una vittoria Mercedes, e che n ella scorsa stagione, a fronte di un secondo posto di Raikkonen, aveva visto il ritiro di Vettel già nel giro di ricognizione con il motore andato in fumo.

Quest’anno la situazione sembra più equilibrata ed è probabile che proseguirà il duello tra le Frecce d’Argento e la Rossa in un inizio di campionato che vede Vettel ed Hamilton leader a pari punti della classifica piloti. Molte sono le variabili da tener presente per questo terzo GP della stagione, oltre alla corsa in notturna, dalla presenza della sabbia sulla pista allo sbalzo termico, con il calare delle temperature fino al tracciato stesso che alterna lunghi rettilinei a curve lente.

Da tener presente anche il terzo incomodo, quella Red Bull che in Cina ha piazzato le due monoposto dieto ai due attuali leader …ma davanti ai loro compagni di squadra.

Per il GP del Bahrain la Pirelli ha scelto le stesse tre mescole del Gran Premio di Cina. Quello di Sakhir è un circuito che richiede molta trazione e ospita la prima gara in notturna dell’anno, con partenza e arrivo sotto le luci artificiali. Di conseguenza il comportamento dei pneumatici e l’evoluzione della pista sono diversi rispetto a quanto accade solitamente nelle gare pomeridiane. Lo scorso anno la strategia vincente è stata su tre soste, con le stesse mescole nominate anche quest’anno, anche se a livello tattico le scelte possono variare e lo scorso anno i primi classificati avevano adottato nove diverse strategie.

Il fondo è di granito, ma non è molto abrasivo ed è il degrado termico che costituisce un fattore di massima importanza. Le temperature in calo dell’asfalto rendono la pista più veloce nel corso di ogni sessione.

“A Sakhir i maggiori vantaggi cronometrici si ottengono ottimizzando la trazione. È un tracciato stop-and-go: la migliore erogazione della potenza e la gestione dei pneumatici posteriori costituiscono due fattori molto importanti” commenta Mario Isola, responsabile Car Racing Pirelli. “Lo scorso anno usura e degrado furono elevati; sarà interessante verificare l’eventuale cambiamento di questi valori a seguito dell’introduzione dei pneumatici allargati in versione 2017. La seconda sessione di prove libere è particolarmente importante perché si svolge in condizioni di illuminazione artificiale, rappresentative per le qualifiche e per la gara”.

Il GP del Bahrain in TV

Venerdì 14 Aprile

Prove Libere 1: 13:00-14:30 Sky Sport F1 e su RaiSport
Prove Libere 2: 17:00-18:30 Sky Sport F1 e su RaiSport

Sabato 15 Aprile

Prove Libere 3: 14:00-15:00 Sky Sport F1 e su RaiSport

Qualifiche: 17:00 Sky Sport F1 e su Rai 2

Domenica 16 Aprile

GP del Bahrain: 17:00 Sky Sport F1 HD e su Rai 1

Le ultime news