Aggiornato al 25/09/2020 20:34:20
30/08/2020

F1 GP BELGIO: HAMILTON SEMPRE PIU’ INAVVICINABILE

Autore: Carlo Baffi

Un Gran Premio senza storia che ha ribadito quanto espresso dalle qualifiche. Mercedes imprendibili, conferme per MaxVerstappen e Daniel Ricciardo, primi fra i cosiddetti normali, rispettivamente su Red Bull e Renault ed infine Ferrari disperse. Questo in sintesi il Gran Premio del Belgio, in cui Lewis Hamilton ha conquistato la sua 89esima vittoria in carriera la quinta di questa stagione. “Hammertime” si trova ormai a due soli trionfi dai 91 di Michael Schumacher.

La corsa scatta senza Carlos Sainz jr che alza bandiera bianca per problemi alla sua powerunit. Il comando è subito preso da Hamilton seguito da Bottas, Verstappen e Ricciardo. Nelle retrovie Charles Lecler, partito all’attacco con gomme morbide recupera ben cinque posizioni. Però le speranze del monegasco e dei tifosi del Cavallino sfumano presto con la SF1000 raggiunta e superata dalla concorrenza.

Brivido all’undicesimo giro, quando Antonio Giovinazzi perde il posteriore della sua Alfa Romeo e va a sbattere contro le barriere. Dietro di lui si trova George Russell, che cerca in tutti di modi di evitarlo, ma una gomma persa dall’alfista finisce per colpire la Williams del britannico che vola anch’egli fuori pista. Fortunatamente i piloti sono illesi. Entra quindi in gioco la safety car che induce i piloti al valzer dei pit-stop in anticipo.

Malgrado le gomme dure, non ci saranno problemi di tenuta e la classifica non subirà grossi sconvolgimenti. Hamilton procede nella sua marcia trionfale davanti al compagno ValtteriBottas e poi Verstappen, che non perde di vista le due W11. Si arriva così alla bandiera scacchi. Dietro i primi tre si piazzano le due Renault, con Ricciardo quarto e Ocon quinto. A seguire la Red Bull di Albon, poi la McLaren di Norris e l’Alpha Tauri di Gasly. A chiudere la top ten, le Racing Point di Stroll e Perez. Le Ferrari, staccate di quasi un secondo e mezzodal vincitore, hanno concluso al 13° posto con Vettel ed al 14° con Leclerc, alle prese con noie al richiamo delle valvole pneumatiche. Davanti alle rosse s’è classificato Kimi Raikkonen, dodicesimo al volante dell’Alfa Romeo, spinta dall’unità motrice made in Maranello: per meglio intenderci una delle vetture-clienti. E questo la dice lunga.

F1 GP del Belgio 2020

 

Pilota

Team

Tempo/Distacco

1

Lewis Hamilton

Mercedes

44 giri in 1:24:08.761

2

Valtteri Bottas

Mercedes

+8.448

3

Max Verstappen

Red Bull Racing

+15.455

4

Daniel Ricciardo

Renault

+18.877

5

Esteban Ocon

Renault

+40.650

6

Alexander Albon

Red Bull Racing

+42.712

7

Lando Norris

McLaren

+43.774

8

Pierre Gasly

AlphaTauri

+47.371

9

Lance Stroll

Racing Point Bwt

+52.603

10

Sergio Perez

Racing Point Bwt

+53.179

11

Daniil Kvyat

AlphaTauri

+70.200

12

Kimi Raikkonen

Alfa Romeo Racing

+71.504

13

Sebastian Vettel

Ferrari

+72.894

14

Charles Leclerc

Ferrari

+74.920

15

Romain Grosjean

Haas

+76.793

16

Nicholas Latifi

Williams

+77.795

17

Kevin Magnussen

Haas

+85.540

NC

Antonio Giovinazzi

Alfa Romeo Racing

DNF

NC

George Russell

Williams

DNF

NC

Carlos Sainz

McLaren

DNS