Aggiornato al 14/11/2019 14:22:25
29/10/2019

F1 GP MEXICO: STRATEGIE E GOMME

Autore: Marco Giachi

Ancora una mossa falsa del muretto della Ferrari (o del garage remoto, chissà) ha consegnato a Lewis Hamilton la vittoria nel Gran Premio del Messico nonostante la prima fila tutta rossa grazie a una spavalderia di Max Verstappen che gli è, giustamente, costata cara e ha vanificato il suo bel giro da Pole Position. Effettivamente, questa volta, l'olandesino volante ha esagerato per arroganza sbeffeggiando le norme che regolano la sicurezza e la punizione poteva, forse doveva, essere anche più severa quando si toccano certi aspetti. Forse, bisognerebbe mostrare ai piloti più giovani, in una specie di Pubblicità Progresso, i filmati degli incidenti di una volta per far capire l'importanza delle norme di sicurezza.

Tornando alle vicende della gara, almeno per una volta non verranno messi sotto accusa gli aerodinamici, le Gallerie del Vento scalibrate, i codici di calcolo CFD inaccurati ... ma si parlerà degli strateghi e dei loro programmi e delle loro simulazioni anche se, alla fine, cambia poco: sempre di computer si parla.

Una volta ci si lamentava che i Gran Premi li vincevano i meccanici con la rapidità delle soste ai box e non più i piloti ed ora anche loro sono stati superati dai computer che simulano l'andamento della gara e prevedono "cosa era, cosa è e cosa sarà".

E' interessante il grafico che Luca Colajanni (voce ufficiale della Formula 1Ò ) distribuisce prima di ogni Gran Premio dove è riportato il decadimento delle prestazioni degli pneumatici con il progredire dei giri. La scelta della strategia si basa su diagrammi come questo e bisogna azzeccare il momento migliore combinando queste informazioni, il traffico in pista, la capacità del pilota a usare le gomme più o meno bene. Non è certo facile ma sembra che per alcuni sia più facile che per altri.

Però le gare sono effettivamente più divertenti di qualche tempo fa quindi ben venga, magari senza arrivare all'esagerazione dell'ultima proposta di Liberty Media di ribaltare tutto il palinsesto del fine settimana con gare e garette che stabiliscono griglie di partenza bizzarre dove i primi partono ultimi, gli ultimi partono a metà schieramento ... e chi più ne ha più ne metta.

Le ultime news