Aggiornato al 23/11/2020 20:54:26
27/09/2020

F1 GP RUSSIA: BOTTAS VINCE SFRUTTANDO LE PENALIZZAZIONI DI HAMILTON

Bottas è tornato alla vittoria a Sochi, suo secondo successo della stagione, sfruttando una doppia penalizzazione di Hamilton. Allo start, Hamilton aveva “trascinato” Bottas che si portava in testa alla frenata della curva 2 ma mancando il punto di corda doveva lasciare al britannico la prima posizione mentre dietro di loro si scatenava il caos con Carlos Sainz (McLaren) andava a muro e poco dopo ha svoltato e ha sbattuto contro il muro nella parte anteriore sinistra, cercando di seguire il percorso poco dopo Charles Leclerc, che era partito bene, ha agganciato la ruota posteriore sinistra di Lance Stroll mandando a muro il pilota della Racing Point e i due incidenti hanno subito portato all'intervento della Safety Car per 5 giri.

Alla ripartenza Hamilton, che era partito con gomme morbide dopo i suoi problemi nelle qualifiche di sabato, ha cercato allungare ed aumentare il vantaggio,” imbufalito” per la penalizzazione che ha scontato al 17esimo giro rientrando in 11esima posizione.

Da quel momento Bottas non ha avuto problemi a controllare la gara sul circuito dove tre anni fa aveva avuto il suo primo successo in carriera e sfruttando le sue gomme medie che aveva alla partenza, si è fermato 10 giri dopo il compagno di squadra mantenendo la testa della gara.

Secondo posto, dopo le delusioni “italiane” degli ultimi GP, per Max Verstappen (Red Bull) mentre Hamilton riusciva a risalire al terzo posto finale limitando i danni rispetto al compagno Bottas.

Dietro di loro, quarto posto per Sergio Pérez (Racing Point) davanti a Ricciardo (Renault), solo quinto dopo aver scontato i 5 secondi di penalità per essere rientrato in pista dopo un lungo senza passare tra i “dissuasori”.

Leclerc riesce a limitare i danni per la Ferrari cogliendo i punti di un miracoloso sesto posto mentre Vettel chiude ancora una volta fuori punti con il 13esimo posto, mantenuto battagliando con Raikkonen (Alfa Romeo).

Settimo posto per Ocon con la seconda Renault davanti all’idolo di casa, Daniil Kvyat (AlphaTauri) che ha preceduto il suo compagno Gasly, mentre ha chiuso la top 10 Alexander Albon (Red Bull) che ha colto l’ultimo punto nonostante una penalizzazione di cinque posti in griglia ed una di 5 secondi in gara.

 F1 GP Russia 2020

 

Pilota

Team

Tempo/Distacco

1

Valtteri Bottas

Mercedes

53 giri in 1:34:00.364

2

Max Verstappen

Red Bull Racing

+7.729

3

Lewis Hamilton

Mercedes

+22.729

4

Sergio Perez

Racing Point Bwt

+30.558

5

Daniel Ricciardo

Renault

+52.065

6

Charles Leclerc

Ferrari

+62.186

7

Esteban Ocon

Renault

+68.006

8

Daniil Kvyat

AlphaTauri

+68.740

9

Pierre Gasly

AlphaTauri

+89.766

10

Alexander Albon

Red Bull Racing

+97.860

11

Antonio Giovinazzi

Alfa Romeo Racing

+1 giro

12

Kevin Magnussen

Haas

+1 giro

13

Sebastian Vettel

Ferrari

+1 giro

14

Kimi Raikkonen

Alfa Romeo Racing

+1 giro

15

Lando Norris

McLaren

+1 giro

16

Nicholas Latifi

Williams

+1 giro

17

Romain Grosjean

Haas

+1 giro

18

George Russell

Williams

+1 giro

NC

Carlos Sainz

McLaren

DNF

NC

Lance Stroll

Racing Point Bwt

DNF