Aggiornato al 18/11/2018 01:11:58
13/09/2018

F1 GP SINGAPORE: ANTEPRIMA ED ORARI TV

Dopo la delusione di Monza (il secondo posto di Raikkonen ed il quarto del “masochista” Vettel non son certo stati all’altezza delle aspettative), la Formula 1 lascia l'Europa per l’estremo oriente con l’11esima edizione del GP di Singapore, 15esimo GP della stagione 2018.

Il circuito sembra favorevole per la Ferrari ma i precedenti, oltre alle vittorie, hanno visto alcune delusioni culminate lo scorso anno con l’autoeliminazione dei due ferraristi fin dalla prima curva, fatto di cui ha saputo approfittare Hamilton che si è aggiudicato senza grandi problemi il GP del 2017. La Scuderia vi arriva dopo le tante polemiche che hanno caratterizzato il post Monza, indirizzate soprattutto a Vettel ed alla squadra. Per ora, l’unico “problema” risolto è quello del futuro di Raikkonen che a fine stagione lascia il suo sedile a Leclerc passando al suo  posto in Sauber, la scuderia con cui aveva debuttato in Formula 1 nell’ormai lontano 2001.

Per la Ferrari, staccata di 25 punti rispetto alla Mercedes nella classifica Costruttori, e per Vettel, in ritardo di 30 punti da Hamilton, la gara di Marina Bay rappresenta un’appuntamento decisivo per continuare la rincorsa ai rivali e dovrà guardarsi anche dalla Red Bull, il terzo incomodo che potrebbe giocare qualche brutto scherzo vista la voglia di vincere di piloti e team.

Per Lewis Hamilton, pur con il vantaggio di 30 punti, potrebbe essere una corsa in difesa su un circuito che non è mai stato particolarmente favorevole alle Frecce d’Argento, che hanno però potuto contare sugli errori altrui, senza dimenticare che Hamilton, oltre a poter contare su un fedele “scudiero”, ha finora dimostrato di saper reggere la tensione nei momenti difficili e di saper “colpire” al momento giusto approfittando di ogni occasione gli si sia presentata.

Dovrà per forza attaccare Sebastian Vettel per riuscire a ridurre il distacco da Hamilton e dimostrare di saper gestire nervi e concentrazione. Il tedesco si ritroverà dalla prossima stagione nel ruolo di pilota “senior”, che in Ferrari ha avuto le sue possibilità, e sarà affiancato da un giovane valido ed arrembante cresciuto sotto l’ala della Ferrari. In pratica deve confermarsi nel suo ruolo di prima punta del team

Come già detto, grandi attese anche in casa Red Bull, come confermato anche dalle dichiarazioni di Verstappen, mentre dietro di loro sarà lotta per il quarto posto nel Mondiale Costruttori tra Renault ed Haas. Da tenere d’occhio la nuova Racing Point Force India che, pur avendo perso i punti conquistati dalla “vecchia” Force India, in due soli GP è riuscita a mettere nel carniere 32 punti minacciando, da qui alla conclusione del campionato, di passare anche la “scarsa” McLaren che in tutta la stagione ha ottenuto “solo” 52 punti.

Per il GP di Singapore la Pirelli fa tornare in pista i P Zero Pink hypersoft, nominati per la terza volta quest’anno, a fianco Purple ultrasoft e Yellow soft, in una combinazione finora inedita. A Singapore, unico Gran Premio in notturna di tutta la stagione, il tracciato e la temperatura asfalto evolvono in modo diverso rispetto al solito, dato che le sessioni iniziano nel pomeriggio e continuano nel corso della serata. Con le sue 23 curve, il numero maggiore di tutta la stagione, i pneumatici lavorano costantemente su una pista  cittadina “sporca”, soprattutto nelle prime sessioni e su cui i piloti devono prestare particolare attenzione a tombini e linee bianche. Da non dimenticare nelle strategie dei team anche la possibilità dell’entrata della safety car , evento che si è sempre verificato in tutte le gare finora disputate a Singapore.

“I P Zero Pink hypersoft dovrebbero aprire la strada a un maggior numero di strategie, anche a seconda del numero di set scelti dai piloti” dichiara Mario Isola della Pirelli. “Inoltre, con il ‘salto’ di mescola si dovrebbe avere un divario equo tra le prestazioni dei tre pneumatici nominati. Altre variabili da tenere in considerazione possono essere date dalle caratteristiche di questo circuito cittadino, con le sue 23 curve, i tombini e le linee bianche, oltre ai periodi di safety car, qui sempre attiva nelle precedenti edizioni del Gran Premio. Nonostante la gara sia in notturna, a Singapore le temperature ambiente e il tasso di umidità sono sempre particolarmente elevati: tutto questo rappresenta un’ulteriore sfida rispetto al solito”.

Il GP di Singapore 2018 in TV

Venerdì 14 Settembre

Prove Libere 1: 10:30 - 12:00 diretta Sky Sport F1
Prove Libere 2: 14:30 - 16:00 diretta Sky Sport F1

Sabato 15 Settembre

Prove Libere 3: 12:00 - 13:00 diretta Sky Sport F1
Qualifiche: 15:00 diretta Sky Sport F1 - 20:00 differita su TV8

Domenica 16 Settembre

GP di Singapore: 14:10 diretta Sky Sport F1 - 21:00 differita su TV8

 

Le ultime news