Aggiornato al 14/12/2018 06:32:59
26/07/2018

F1 GP UNGHERIA: ANTEPRIMA ED ORARI TV

Ultimo appuntamento prima della pausa estiva per il Circus della Formula 1 con il Gran Premio di Ungheria, dodicesimo del calendario 2018. Gli ultimi GP ci hanno fatto assitere ad un continuo ribaltone in vetta alle classifiche piloti e costruttori e, dopo l’errore di Vettel in Germania, in terra magiara Hamilton e la Mercedes cercheranno di allungare il vantaggio mentre Vettel e Ferrari saranno impegnati in una riscossa che li riavvicini o li riporti al comando, anche per onorare il presidente Sergio Marchionne appena scomparso. Missione difficile, ma lo scorso anno il GP all’Hungaroring si concluse con una doppietta Ferrari che vide Vettel vincitore davanti al compagno Raikkonen ed a Valtteri Bottas.

L'Hungaroring è adatto alle caratteristiche della SF71H e la Rossa spera indubbiamente di bissare il risultato del 2017 per evitare che Hamilton aumenti il suo vantaggio e che psicologicamente aiuterebbe il campione tedesco e la squadra a ritrovare tranquillità e sicurezza in se stessi anche in questo luttuoso momento.

Presente dal 1986 in calendario, primo in un paese dell’Est Europea, rispetto alla versione originale all'Hungaroring è stata eliminata una chicane e modificato il disegno della curva 12 ma resta un circuito tortuoso con una media bassa rispetto agli altri tracciati, ad eccezione Monaco, e richiede l’utilizzo di un alto carico aerodinamico. La principale eccezione è rappresentata dalla prima curva dopo il traguardo che è preceduta da un rettilineo di 790 metri.

Viste le alte temperature dell'asfalto presenti a fine luglio in Ungheria, la Pirelli ha scelto i pneumatici P Zero White medium, Yellow soft e Purple ultrasoft: le stesse mescole disponibili per l’ultima gara in Germania. Questi due circuiti presentano sia caratteristiche comuni che differenze sostanziali: proprio come il settore del ‘Motodrom’ a Hockenheim, infatti, anche l’Hungaroring è caratterizzato da una serie continua di curve strette e tortuose, ma a differenza del tracciato tedesco qui i pneumatici lavorano senza sosta su un giro relativamente corto. Per la prima volta verranno usati i pneumatici ultrasoft su questo tracciato difficile che presenta parecchi dossi.

Qui è molto difficile sorpassare e le qualifiche sono particolarmente importanti, così come formulare una corretta strategia di gara tenuto conto anche delle previsioni meteo che per venerdì e sabato pervedono dal 40 al 50% di possibilità di pioggia che scenderà però al 20% per la gara di domenica. Maneggevolezza e agilità sono due elementi chiave su questo tracciato, più che la potenza massima. Viene enfatizzato maggiormente il grip meccanico anziché quello aerodinamico, nonostante i livelli di deportanza elevati.

“Quella in Ungheria è l’ultima gara prima della pausa estiva, un momento importante in cui i Team vogliono chiudere al meglio la prima parte di una stagione finora particolarmente intensa” spiega Mario Isola, responsabile Car Racing di Pirelli. “Su questo tracciato la qualifica è fondamentale, quindi sarà molto interessante vedere il comportamento della ultrasoft su un circuito che presenta temperature asfalto sempre piuttosto elevate. Comprendere questo fattore, insieme alle prestazioni delle altre mescole nominate per questa gara, sarà la chiave per formulare la migliore strategia di gara possibile. Per la terza volta quest’anno, la nomination presenta un ‘salto’ di mescola: i tre pneumatici portati qui presentano un divario quasi equo, e ciò permetterà di avere diverse opzioni strategiche”.

Il GP di Ungheria in TV

Venerdì 27 luglio

Prove libere 1: 11.00-12:30 diretta Sky SportF1 HD
Prove libere 2: 15.00-16:30 diretta Sky SportF1 HD

Sabato 28 luglio

Prove libere 3: 12:00-13:00 diretta Sky SportF1 HD
Qualifiche: 15:00-16:00 diretta Sky SportF1 HD - 20:00 differita TV8

Domenica 29 luglio

Gran Premio di Ungheria: 15:10 - diretta Sky SportF1 HD - 21:15 - differita TV8

 

Le ultime news