Aggiornato al 15/11/2018 11:59:21
21/10/2018

FATTORINI VINCE LA CRONOSCALATA DELLA CASTELLANA

La Cronoscalata della Castellana resta dunque in mani orvietane e resta in quelle di Michele Fattorini, vincitore sull'Osella Fa30 Zytek di una 46esima edizione che ha mantenuto tutte le promesse della vigilia e andata in scena in una Orvieto soleggiata per tutti e tre i giorni dell'evento. Il pilota umbro si è confermato velocissimo padrone di casa al volante dell'Osella Fa30 Zytek del Team Faggioli sulla quale ha per la prima volta “assaggiato” gli pneumatici Pirelli completando le due gare disputate sui 6190 metri del tracciato orvietano con il crono totale di 5'40”56. Al volante del prototipo monoposto, dopo aver già svettato in prova, Fattorini ha preso il comando in gara 1 con il tempo di 2'49”13 e ha poi gestito la guida di gara 2, conclusa in 2'51”43 alle spalle di Stefano Di Fulvio (Lola Evo Zytek). Un successo, anche in gruppo E2Ss, che permette a Fattorini già protagonista del Campionato Italiano di “firmare” per la terza volta, la seconda consecutiva, l'albo d'oro della Castellana dopo i successi del 2015 e dello scorso anno: “Prima della gara avevo dei dubbi per la mia prima volta con le Pirelli ma mi sono trovato bene. In gara 1 ho commesso un paio di sbavature che non mi hanno permesso di attaccare il record assoluto. Fare bene nella gara di casa fa sempre piacere, sono davvero contento perché solo qualche giorno fa non eravamo neppure sicuri di poter prendere il via. Resta solo un piccolo rammarico per non aver fatto il record ma siamo stati comunque competitivi e vincere qui a Orvieto è sempre gratificante, oltre al fatto che ci fa concludere in maniera positiva una stagione spesso complicata”, il commento di Fattorini.

Dimenticata la sfortunata toccata sull'anteriore destro di sabato in prova, Gianluca Carboni ha finalmente completato l'esordio assoluto nelle cronoscalate della Wolf Gb08 Thunder Aprilia. Il pistard di Bagnoregio si è detto soddisfatto dell'esperienza e ha sottolineato l'enorme potenziale della monoposto,

Nelle auto storiche la fanno da padroni i piloti toscani e la famiglia Peroni. Stefano Peroni ha fatto segnare il miglior crono assoluto aggiudicandosi il 5. Raggruppamento con la monoposto Martini Mk32 e papà Fabrizio Peroni è alle sue spalle, primo del 2. Raggruppamento su Osella Pa3. Ancora Osella, ma modello Pa9/90, per il vincitore del 4. Raggruppamento Piero Lottini e modello Pa5 per Mario Faggioli davanti a tutti nel 3. Raggruppamento. Infine, conferma di Angelo De Angelis sulla Nerus Silhouette dopo le prove di sabato nel 1. Raggruppamento.

Classifica ufficiosa dei primi dieci 46^ Cronoscalata della Castellana

1. Fattorini (Osella Fa30 Zytek) in 5'40”56; 2. Di Fulvio (Lola B99 Evo Zytek) a 4”42; 3. Urbani (Osella Pa21 Honda) a 35”18; 4. Manzoni (Osella Pa21 Evo E2Sc Honda) a 36”16; 5. Manni (Mygale M09 Fpt F3) a 38”75; 6. “Nivola” (Osella Pa2000 Honda) a 47”53; 7. Bertò (Tatuus Fa010 Abarth) a 53”08; 8. Bottura (Ligier Js51 Honda) a 53”95; 9. Ferretti (Radical Sr4 Suzuki) a 54”64; 10. Sbrollini (Lancia Delta Evo) a 59”32.

 

Le ultime news