Aggiornato al 17/08/2018 07:06:00
22/07/2018

FERRARI CHALLENGE: BIS DI NIELSEN E FROGATT NEL TROFEO PIRELLI

Sulla pista di Brno sono andate in scena le seconde gare del quinto round del Ferrari Challenge Europe. A conquistare il successo sono stati nuovamente Nicklas Nielsen e Chris Froggatt nel Trofeo Pirelli e Trofeo Pirelli Am, mentre nella Coppa Shell a primeggiare sono stati Ernst Kirchmayr e il vincitore del sabato Alex Nussbaumer.

Nicklas Nielsen (Formula Racing) per il secondo giorno consecutivo ha azzeccato una partenza perfetta che lo ha messo al sicuro dagli attacchi di Bjorn Grossmann (Octane 126). La gara è invece terminata subito per il debuttante Sean Hudspeth (Formula Racing) e Alessandro Vezzoni (Rossocorsa-Pellin Racing) che sono venuti a contatto nelle primissime curve. Ad approfittare della situazione è stato Jens Liebhauser che ha coltp così il secondo piazzamento sul podio consecutivo. Nella Pirelli Am, il primo giro ha mietuto anche altre due vittime: John Dhillon e uno dei beniamini di casa, Jan Danis, che sono venuti a contatto dovendo abbandonare ogni speranza di ottenere un buon risultato. Davanti Chris Froggatt (Ferrari GB – HR Owen) ha preso rapidamente il largo lasciando Robert Pergl (Scuderia Praha) e Fabienne Wohlwend (Octane 126) a combattere per la seconda posizione. Ad avere la meglio è stato Pergl. Per Froggatt il titolo è ormai vicinissimo.

La gara della Coppa Shell è stata condizionata pesantemente dalla pioggia con la direzione gara che è stata obbligata a far partire il gruppo dietro la Safety Car ma su alcune vetture i team hanno lavorato fin oltre i limiti di tempo consentiti e così per quei piloti è scattata una penalizzazione di 25 secondi. Il grande protagonista di giornata è stato Ernst Kirchmayr (Baron Motorsport) che ha raggiunto e superato il leader del campionato Eric Cheung (Formula Racing) e le vetture di Ineco-MP Racing di Manuela Gostner ed Erich Prinoth, poi entrambi penalizzati. Alla fine Kirchmayr ha preceduto Cheung, che allunga ulteriormente in classifica, e lo specialista del bagnato Vladimir Hladik (Baron Motorsport).

In Coppa Shell Am, Alexander Nussbaumer è stato autore di un’altra corsa magistrale gestendosi bene nelle nelle prime fasi di gara per poi lanciarsi all’attacco nella parte conclusiva andando a raggiungere e superare Agata Smolka (Rossocorsa). Il terzo gradino del podio è andato a Dusan Palcr (Scuderia Praha) mentre i duellanti per il titolo, Ingvar Mattsson (Scuderia Autoropa) e Murat Cuhadaroglu (Kessel Racing), si sono piazzati al quarto e quinto posto

Le ultime news