Aggiornato al 15/11/2018 20:01:56
09/06/2018

FERRARI CHALLENGE: CHEUNG E NIELSEN PRIMI VINCITORI A MISANO

La gara inaugurale del quarto round del Ferrari Challenge Europe a Misano è stata quella della Coppa Shell che è scattata al calar del sole e ha regalato emozioni e spettacolo. Al via Christophe Hurni (Team Zenith Sion- Lausanne) è stato protagonista di una palese partenza anticipata che è stata punita con un drive-through. In testa è così passato il poleman Erich Prinoth (Ineco-MP Racing) inseguito da Eric Cheung (Formula Racing), Manuela Gostner (Ineco-MP Racing) e Vladimir Hladik (Baron Motorsport). La situazione è rimasta invariata fino a metà gara quando Prinoth è finito in testacoda lasciando via libera a Cheung, Gostner e Hladik ed essendo costretto a ripartire dalla quarta posizione. Testacoda in seguito a contatti sia per Thomas Gostner (Ineco-MP Racing), fino a quel punto quinto e colpito dal Giuseppe Ramelli (Rossocorsa-Pellin Racing), e per la figlia Corinna Gostner, urtata da Agata Smolka (Rossocorsa). Hurni è risalito fino all’ottavo posto mentre Tommy Lindroth (Baron Motorsport), alla centesima gara nel Challenge, e Fons Scheltema (Kessel Racing), alla duecentesima, si sono piazzati al nono e al decimo posto. Prinoth resta in testa al campionato anche se Cheung ora è molto più vicino.

Giuseppe Ramelli, con la 488 Challenge di Rossocorsa-Pellin Racing, sembrava aver conquistato la prima vittoria della carriera conducendo dall’inizio alla fine in maniera impeccabile la corsa della classe Coppa Shell Am. Purtroppo il pilota italiano è stato considerato responsabile di un contatto con Thomas Gostner e di conseguenza penalizzato di 25 secondi precipitando così al sesto posto. La vittoria è andata al turco Murat Cuhadaroglu (Kessel Racing) che con questo risultato si avvicina in classifica al leader di campionato, lo svedese Ingvar Mattsson, partito dalla pole position ma giunto terzo sul traguardo. Secondo posto sul podio per Alexander Nussbaumer (Formula Racing).

Nella notte è andata poi in scena la gara del Trofeo Pirelli. Fin dal via il poleman Nicklas Nielsen (nella foto) è riuscito ad avvantaggiarsi sulla concorrenza, complice il duello serrato tra David Fumanelli (Rossocorsa) e Bjorn Grossmann (Octane 126). Il pilota di Formula Racing ha vinto con oltre sei secondi di vantaggio su Fumanelli e Grossmann. Quarto e quinto posto per i compagni di squadra del leader, Johnny Laursen e Jens Liebhauser. Nielsen guida il campionato.

Non si ferma più, invece, Fabienne Wohlwend che, già vincitrice di Gara-2 a Spa, ha dominato in Pirelli Am fin dalle qualifiche sulla 488 Challenge del team Octane 126. Come nel caso di Nielsen, anche la Wohlwend è stata avvantaggiata dalla battaglia che si è scatenata alle sue spalle e che ha coinvolto ben tre piloti: Tommaso Rocca (Rossocorsa), Martin Nelson (Scuderia Autoropa) e Chris Froggatt (Ferrari GB – H.R. Owen). I tre si sono dati battaglia fino all’ultimo giro, quando Froggatt, che era stato capace di superare Nelson dopo metà gara, è riuscito a passare Rocca per la piazza d’onore.

Le ultime news