Aggiornato al 17/08/2017 21:22:13
10/06/2017

FERRARI CHALLENGE: DI AMATO, NELSON E PRINOTH PROTAGONISTI A MONZA

All’autodromo di Monza, palcoscenico del secondo appuntamento del Ferrari Challenge, Daniele Di Amato, Martin Nelson ed Erich Prinoth sono stati i vincitori delle prime gare del weekend.

La prima gara della giornata è stata quella della Coppa Shell che è stata anche la più spettacolare con tanti contatti tra i piloti e un grosso incidente. Al via Johnny Laursen è scattato malamente dalla prima posizione finendo per essere risucchiato dal gruppo. Ad entrare davanti a tutti alla prima variante è stato così Christoph Hurni (Team Zenith Sion-Lausanne) che però è stato subito inseguito da Erich Prinoth. Alla fine del primo giro il pilota di Ineco-MP Racing era già al comando dopo avere effettuato un gran sorpasso al Serraglio. Poco dopo Thomas Gostner era protagonista di un terribile incidente: dopo essere saltato duramente su un cordolo, è rimasto vittima di una foratura che gli ha fatto perdere il controllo della vettura a quasi 300 all’ora sul rettilineo principale.

Nella carambola la 488 Challenge ha sbattuto contro le barriere a sinistra attraversando poi la pista e finendo per centrare l’incolpevole Christian Kinch (Gohm Motorsport). Dopo una lunga fase di Safety Car Printoh, primo anche in Coppa Gentlemen, è passato per primo sul traguardo precedendo Hurni ed Eric Cheung (Formula Racing). Da segnalare la grande gara della debuttante Fabienne Wohlwend (Octane 126) che si è piazzata al quinto posto assoluto stravincendo la Ladies’ Cup.

Nel Trofeo Pirelli la gara è stata ugualmente serrata, anche se meno drammatica. Daniele Di Amato (CDP) è scattato al meglio dalla pole position andando subito in fuga aiutato anche da Sam Smeeth (Stratstone Ferrari) che ha ingaggiato una bella lotta con Philipp Baron (Rossocorsa) e Fabio Leimer (Octane 126). Di Amato ha vinto indisturbato mentre dietro Baron ha superato Smeeth, presto imitato da Leimer. I due negli ultimi giri sono poi venuti a battagliare fra loro finendo per saltare entrambi la prima variante al penultimo giro. Leimer ha riportato danni che lo hanno fatto arrivare in ultima posizione mentre Baron è stato penalizzato di 25 secondi. Questo ha fatto sì che al secondo posto si sia piazzato Smeeth e che il terzo posto sia andato ad Alessandro Vezzoni (Rossocorsa-Pellin Racing).

Nella classe Pirelli Am a fare la parte del leone è stato Martin Nelson, già dominatore a Valencia, che ha dominato precedendo Tommaso Rocca (Rossocorsa) e Jens Liebhauser (Gohm Motorsport).

Le ultime news