Aggiornato al 20/09/2020 15:17:59
23/05/2011

FICHERA - NARZISI SI AGGIUDICANO IL BAJA TERRE DEL SOLE

Autore: GBC

Giorgio Fichera e Antonio Narzisi si sono aggiudocati la prima edizione della Baja Terre del Sole. L’equipaggio siciliano della Suzuki ha centrato l’affermazione nella seconda gara del Campionato Italiano Cross Country Rally al volante del Grand Vitara 2.7 V6, aggiudicandosi anche il Gruppo T1, in una gara avversata dal maltempo.

Tanto fango sul percorso ha rallentanto il passo di molti dei protagonisti scesi nella “Terra del Sole” per giocarsi le chance tricolori. L’intensità delle piogge, rendevano impegnativo i passaggi in alcuni tratti del percorso di gara, soprattutto nella prima frazione cronometrata che veniva sospesa dopo il passaggio di Codecà e di Ricci. In seguito veniva annullato anche il previsto successivo passaggio. Per superare l’empasse generato dal maltempo, gli organizzatori tagliavano il tracciato e disegnavano un percorso alternativo, più corto di quasi tre chilometri e, in pratica, la gara iniziava con il terzo Settore Selettivo.

 

Col Suzuki Grand Vitara 1.9 DDiS, Claudio Petrucci si portava in testa, Giovanni Manfrinato si ritirava per problemi d’elettronica al suo Renault Megane Proto, Ricci perdeva la seconda posizione per un problema ad una ruota del suo Nissan Navara Ermolli e per permettere al suo navigatore e medico, Silvano Fattori, di soccorrere una persona coinvolta in un incidente stradale che nulla centrava con la gara.

Il quarto Settore Selettivo si svolgeva regolarmente, con Lorenzo Codecà che faceva segnare il miglior tempo col Suzuki Grand vitara 3.6 e passava al comando con 24" su Petrucci e Fichera. Lolli era quarto col Gran Vitara 1.9 DDiS a 48".

Codecà perdeva posizioni, quando veniva confermato il tempo imposto. Petrucci tornava ad essere veloce e prendeva la leadership, con Fichera terzo in prova e secondo nell’assoluta. Lolli era il secondo più veloce sulla speciale, e terzo nell’assoluta. I tre al vertice erano racchiusi in una decina di secondi.

La prova conclusiva vedeva un Codecà tornare all’attacco, vincere la prova e risalire al quarto posto in una classifica che era ormai in mano a Fichera. Il siciliano era secondo in prova e primo assoluto. Lolli e Petrucci rallentavano il ritmo e si garantivano la seconda e terza piazza assoluta e finale.

Con la seconda posizione assoluta, il modenese Lolli si aggiudicava l’affermazione del Gruppo T2, fuoristrada derivati dalla Produzione, e la gara del monomarca Suzuki Challenge, dove Petrucci ne mantiene la leadership di campionato.

Bella la sfida anche per il primato tra i fuoristrada del Gruppo TH, con Lelli e Pontini su Suzuki Grand Vitara aggiudicarsi la gara, con 1’17” su Santiccioli e Rossi, con il Mitsubishi Pajero 3.5, terzi in classifica si sono piazzati Cau e Risi su Mitsubishi Pajero Evo a 1’49”.

 

Classifica assoluta

1. Fichera – Narzisi (Suzuki Grand Vitara 2.7) in 2h06'03”; 2. Lolli – Forti (Suzuki Grand Vitara DDiS) a ; 3. Petrucci- Manfredini (Suzuki Grand Vitara DDiS) a 44”; 4. Codecà – Fedullo (Suzuki Grand Vitara 3.6) a 1'25”; 5. Mancusi - Musi (Suzuki Grand Vitara DDiS) a 2'03”; 6. Larini- Pellicciotti (Dust Devil Light) a 2'40; 7. Sabellico - Varini (Suzuki Grand Vitara DDiS) a 5'20; 8. Ricci - Fattori (Nissan Navara Ermolli) a 7'39”; 9. Bertuzzi - Lattanzi (Suzuki Grand Vitara DDiS) a 9'01”; 10. Emanuele – Emanuele (Suzuki Grand Vitara DDiS) a 22'33”.

 
 
Nella foto, il Suzuki Grand Vitara 2.7 di Fichera – Narzisi