Aggiornato al 18/01/2022 14:19:36
06/07/2015

FR20 ALPS: HUGHES VINCE GARA 2 ED È IL NUOVO LEADER DELLA SERIE

Nell’appuntamento monzese della Formula Renault 2.0 ALPS, l’inglese Jake Hughes (Koiranen GP) si è imposto in Gara 2 ed il russo Vasily Romanov (Cram Motorsport), già autore della sua prima pole nel primo turno di qualifiche, ha ottenuto la sua prima vittoria davanti all’ucraino Danylo Pronenko.

Domenica sfortunata per Jack Aitken che, arrivato a Monza nelle vesti di leader della classifica, è stato protagonista di un incidente alla seconda variante in Gara 2 e non ha potuto prendere il via di Gara 3, venendo scavalcato in campionato proprio dal suo compagno di squadra Hughes, che adesso lo precede di 10 punti.

Al via di Gara 2, dalla pole Hughes si avvia bene, mantenendo la posizione di partenza. Dietro di lui seguono Matevos Isaakyan e un poco più distanziato Vivacqua, a sua volta insidiato da Stefan Riener. Ottimo inizio di Daniele Cazzaniga, che guadagna una posizione, risalendo sesto alle spalle di Romanov e al secondo giro infila anche il russo che alla tornata successiva gli restituisce la “cortesia”. All’inizio del quarto giro Isaakyan prova a passare Hughes alla staccata della prima variante, ma arriva lungo, salta sul cordolo, rientra davanti ma deve restituire la posizione al suo avversario. A quinto giro, nello stesso punto, Romanov prova a passare Riener, ma si gira e scivola dietro. Subito dopo all’Ascari fa un testacoda anche Cazzaniga e ad approfittarne è Aitken. All’ottava tornata Vivacqua passa il compagno di squadra Isaakyan e si porta secondo. Poco dopo Denis Bulatov si gira sempre all’Ascari e finisce per toccare le barriere, costringendo la direzione gara a mandare in pista la safety-car a 9’ dallo scadere del tempo. Dopo due giri di neutralizzazione si riparte ed Isaakyan scivola settimo. Riener è terzo, mentre esce di scena Aitken per un incidente. Vivacqua prova in ogni modo ad insidiare Hughes, ma l’inglese tiene duro e alla fine va ad agguantare il successo davanti al brasiliano e a Riener.

Allo start di Gara 3, con l’inversione della griglia Danylo Pronenko si porta al comando superando il poleman Philipp Hamprecht, ma un incidente in pieno rettilineo che coinvolge Isaakyan e Vivacqua chiama subito in causa la safety-car. Alla ripartenza Pronenko rimane davanti a tutti, mentre un contatto alla prima variante con Ferdinand Habsburg elimina Bulatov. Subito dopo un altro incidente tra Matteo Ferrer, Jehan Daruvala e Cazzaniga neutralizza nuovamente la gara. Al nuovo re-start Pronenko si conferma leader, mentre Romanov risale secondo seguito da Riener. Il russo, nel giro successivo, conquista anche la prima posizione, mentre ad Hamprecht viene esposto il cartello del drive-through per una manovra scorretta.

Nelle foto, il podio di gara 2 e, sotto, Romanov, vincitore di gara 3

Le ultime news