Aggiornato al 12/12/2018 04:09:02
27/10/2018

GIOCHI ANCORA APERTI PER I TITOLI GT, F4 E SPORT

Nell’ultimo appuntamento stagionale, al Mugello, non è bastata gara 1 per la decisione dei titoli dei campionati Gran Turismo, Formula 4 e Sport Prototipi.

Nel Campionato Italiano Gran Turismo la vittoria è andata a Stefano Gai e Giancarlo Fisichella (Ferrari 488), con i due portacolori della Scuderia Baldini 27 che hanno preceduto di 0.607 la BMW M6 GT3 (BMW Team Italia) di Comandini-Koebolt e di 12.740 l’Audi R8 LMS (Audi Sport Italia) di Baruch-Treluyer. Con il successo odierno, il quarto stagionale, Stefano Gai ritorna al vertice della classifica provvisoria della classe GT3 ma con appena 5 punti di vantaggio su Zampieri-Altoè (Lamborghini Huracan) e 15 su Bar Baruch.Già assegnati, intanto, i titoli Super GT Cup e GT Cup. Nella classe riservata alle Lamborghini Huracan Super Trofeo, Pietro Perolini (Antonelli Motorsport) ha festeggiato l’alloro tricolore con il successo in gara-1, così come Davide Di Benedetto (Porsche 991-Island Motorsport), per l’occasione in coppia con Vincenzo Sauto, secondo in gara alle spalle dei compagni di squadra Merendino-Lazarevic,  si è aggiudicato il titolo italiano della classe riservata alle vetture in configurazione monomarca.

La prima gara dell’Italian F.4 Championship Powered by Abarth ha visto Fittipaldi e Lorandi, i leader di campionato, eliminarsi a vicenda in un incidente e la vittoria del brasiliano Gianluca Petecof, mentre Olli Caldwell si avvantaggia in classifica con un secondo posto che lo porta a soli 20 punti dal leader Lorandi (266), seguito da Fittipaldi (257). Domani le due gare, alle 9.00 e alle 15.10, mettono a disposizione 50 punti in totale, così che la giornata finale dell'Italian F4 Championship Powered by Abarth 2018 diventa la più avvincente di sempre. Sarà Fittipaldi a partire in pole nelle due gare, ma i suoi diretti avversari non resteranno certo a guardare.

La prima gara per il round finale del Campionato Italiano Sport Prototipi si è chiusa con la vittoria di Claudio Giudice. Un successo che, dopo il dominio espresso fin dalla prima staccata dal poleman Matteo Pollini, arriva a due tornate dalla fine quando il pilota della Scuderia Giudici, appena dopo il regime di bandiere gialle, approfitta di un’indecisione del rivale del Giacomo Race. Con i punti del secondo posto, Pollini si riporta in testa al Campionato con cinque lunghezze di vantaggio su Lorenzo Pegoraro (Best Lap), oggi quarto alle spalle di Giacomo Pollini (Team Giada) autore del giro più veloce. Con i risultati della prima gara si chiuderà solo domani la lotta al titolo tricolore in una gara 2 dove Pegoraro e Matteo Pollini saranno gli ultimi contendenti in lotta ed al via rispettivamente dalla terza e quinta posizione sulla griglia invertita nelle prime sei posizioni d’arrivo di gara 1.

Le ultime news