Aggiornato al 14/11/2019 17:33:25
13/07/2014

IRC: ROBERT KUBICA DOMINA IL RALLY DEL CASENTINO

Il campione polacco Robert Kubica, con Mazur alle note, a bordo della Ford Fiesta Rs Wrc, ha vinto, la 34a edizione del rally Internazionale del Casentino. Kubica ha preso il comando già dalla seconda speciale, per non lasciarlo, in pratica, più fino al termine, vincendo senza problemi anche l’ultima prova, la “lunga” di Talla.

Dietro a Kubica, un terzetto di piloti impegnato nella sfida per il titolo International Rally Cup. Felice Re, con Mara Bariani e la Citroen Ds3 Wrc D-Max, arrivati al secondo posto assoluto dopo la quinta speciale, hanno badato a mantenere la posizione, preziosa per il finale di campionato Irc al Valli Cuneesi, riuscendo a rintuzzare l’attacco di Corrado Fontana sull’ultima prova speciale.

Il campione in carica Irc, in coppia con Nicola Arena, sulla Ford Focus Wrc Gma, dopo avere avuto vari problemi elettrici e una foratura, è riuscito nella prova finale a scavalcare Luca Ambrosoli al secondo posto, ma non Felice Re. E proprio Luca Ambrosoli, in coppia con Silvio Stefanelli, a bordo della Citreon C4 WRc D-Max, ha alternato tempi di grande valore a piccoli guai, con la beffa finale di veder sfumare anche il terzo posto. Per Felice Re, Corrado Fontana e Luca Ambrosoli, comunque, rimangono uguali chance per vincere il titolo, con la sfida rimandata all’ultima gara.

La sfida al vertice ha visto grande protagonista anche Roberto Cresci, con Fabio Ciabatti e la Citroen C4 Wrc D-Max, per un brevissimo tratto davanti a tutti, dopo la foratura di Kubica, Cresci è stato prima rallentato per 10 km in prova speciale da Stefano Mella, che non lo aveva visto, poi fermato definitivamente da una uscita di strada.

Quinto assoluto si è piazzato, alla fine, Rudy Michelini, con Michele Perna, primo nella ideale sfida tra le tre vetture R5 presenti. Con la Citroen Ds3 R5 Procar, ha preceduto Max Rendina, con Mario Pizzuti, che ha concluso settimo assoluto, al debutto con la Ford Fiesta R5 Bernini, che nella prova conclusiva ha avuto a che fare con l’afflosciamento di una gomma. Ritirato invece per uscita di strada Denis Colombini, al debutto con la Ford Fiesta R5.

Tra Michelini e Rendina, nella assoluta, al sesto posto ha chiuso il giovane Alessandro Re, con Turati, ancora una volta primi nell’Irc di classe RRC/S2000/R5 con la Citroen Ds3 Rrc e ormai già campioni di categoria, nonché ancora una volta autori di una gara veloce e intelligente. Tre forature nel giro di sei prove speciali hanno invece allontanato dalla lotta di classe Davide Pighi (Peugeot 207 S2000), mentre Riccardo Gatti (Peugeot 207 S2000) è incappato in una uscita di strada.

Ancora una conferma nei due importanti Trofei Renault per Roberto Vescovi, con Giancarla Guzzi, con la Clio R3 nel Trofeo dedicato, e Michele Rovatti, con Fogli, nel Twingo R2. Entrambi hanno di nuovo vinto la classe, per la quarta volta su quattro gare.

Tra gli equipaggi della Mitropa Cup ha vinto un terzetto tedesco composto da, nell’ordine,da Manuel Koessler, con Hoffmann (Subaru Impreza R4) davanti a Hermann Gassner, con Thannhauser (Mitsubishi Evo X R4) e a Sandro Wallenwein, con Poschner (Subaru Impreza R4).

 

 

Nella foto, il podio del Rally del Casentino

Le ultime news