Aggiornato al 23/09/2018 09:08:36
08/07/2018

IRCUP: RE ALL’ULTIMA PIESSE DEL CASENTINO

Superati i piccoli e grandi problemi accusati nelle prime battute, Re Jr conquista al Rally Internazionale Casentino la sua prima vittoria assoluta e si rilancia alla grande nella corsa al primo posto nell'IRCup Pirelli. Luca Rossetti, fermo a un passo dal traguardo nell'ultima, decisiva prova speciale

Forse se la sentiva: “E' la prima volta che affronto da leader l'ultimo tratto cronometrato di questo rally e i precedenti non sono favorevoli.”. Primo fin dalla prova-aperitivo che nella serata di venerdì aveva aperto le danze, Luca Rossetti poco prima di affrontare la mitica “Talla” non era tranquillo: molto spesso quei trentasei chilometri finali avevano rimischiato le carte. Eppure i ventisette secondi e passa che lo dividevano da Alessandro Re, il primo dei suoi inseguitori, erano un margine sufficiente a permettergli di giocare a fare il ragioniere: “Per vincere la gara non avrò bisogno di andare al massimo, ma è anche vero che faccio il pilota di auto da corsa per cui proverò a tenere giù il piede”. Parole, belle parole. Andate però in fumo poco dopo, quando una ruota posteriore della Skoda Fabia della PA Racing è andata a incocciare un ostacolo abbastanza violentemente da distruggere una ruota e danneggiare la sospensione posteriore. A costringerlo ad alzare bandiera bianca e a mettere fine a una serie iniziata all'inizio della stagione passata.

Fuori “Rox”, il pallino è passato nelle mani di Re Junior pure su Skoda. Che non l'ha più mollato ed è andato a conquistare il primo oro di una carriera ancor tutta da disegnare. “Mi pare un sogno – racconta – e non mi stupirei se adesso qualcuno mi dicesse che ancora una volta sono finito alle spalle di Rossetti”. Invece  tutto vero: ha vinto malgrado un problema ai fari supplementari nella “piazzalata” iniziale e qualche noia procuratagli dai freni nelle prove del mattino. Ha messo dietro un sensazionale Nikolaj Kryazin, il lettone autore dello scratch a Talla e il francese Pierre Campana e s'è rilanciato alla grande nella corsa al primo posto finale dell'International Rally Cup Pirelli che si deciderà solo alla fine dell'ultimo atto stagionale, la Coppa Valtellina in calendario il  7 e 8 settembre. Di lusso la top ten finale. Dopo il podio monopolizzato dalle Skoda, spicca il quarto posto di Marcello Razzini con la Peugeot 208 T16, mentre all’ottavo posto c’è l’inglese Kris Ingram con una Skoda e al decimo il finlandese Emil Lindholm su Hyundai i20 R5.

Nelle foto, Alessandro Re e, sotto, Luca Rossetti e Pierre Campana

Top 10 Classifica Finale Rally Casentino

1. Re-Florean (Skoda Fabia R5) in 1:32'18.5;
2. Gryazin-Fedorov (Skoda Fabia R5) a 12.7;
3. Campana-Savignoni A. (Skoda Fabia R5) a 18.1;
4. Razzini-Marcomini (Peugeot 208 R5) a 50.6;
5. Cresci-Ciabatti (Ford Fiesta WRC) a 1'37.6;
6. Cavallini-Farnocchia (Ford Fiesta WRC) a 2'02.3;
7. Gentilini-Gastaldello (Ford Fiesta WRC) a 2'47.4;
8. Ingram-Whittock (Skoda Fabia R5) a 2'49.8;
9. Avcioglu-Korkmaz (Skoda Fabia R5) a 3'09.8;
10. Lindholm-Korhonen (Hyundai I20 R5) a 3'34.5;

Le ultime news