Aggiornato al 21/04/2021 16:19:38
07/03/2017

LA NUOVA AUDI RS 5 DTM

Autore: redazione - FC

E’ stata presentata al Salone di Ginevra la nuova Audi RS 5 DTM assieme al modello di serie con la quale è stata sviluppata parallelamente.

La terza generazione del modello da corsa si distingue nettamente dalle due che l’hanno preceduta. “Ha un aspetto ancor più progressivo ed è anche più estrema in termini di aerodinamica”, spiega il Project Leader Stefan Grugger. Ciò è particolarmente evidente nelle aree frontali e posteriori e intorno agli archi ruota, in particolare quelli posteriori, dove il regolamento del DTM consente una maggiore larghezza, combinata con gli altri elementi per creare il massimo di downfroce e di efficienza. “Abbiamo realizzato un ulteriore step per migliorare le prestazioni aerodinamiche”, aggiunge Grugger. “Nuovo è l’alettone posteriore che consiste in due flaps, quello superiore simile alla F1, per facilitare le manovre di sorpasso”.

L’obiettivo del nuovo regolamento è di rendere più determinante la guida del pilota, per questo è stata ridotta la downforce. Decisive sono le diverse geometrie degli splitter anteriori, il sottoscocca e i diffusori posteriori, mentre è stata aumentata l’altezza da terra.

Sta di fatto che, nonostante queste modifiche,  la nuova Audi RS 5 DTM è più veloce della precedente per due motivi. Per la stagione 2017 il fornitore ufficiale di pneumatici ha preparato gomme più morbide, che permetteranno giri più veloci anche se avranno una durata minore. Poi il motore quattro litri V8 dell’Audi RS 5 DTM ha ora una potenza di oltre 500 CV. “Si avverte chiaramente questa potenza in più”, afferma Jamie Green, che durante l’inverno assieme Mattias Ekström ha portato avanti la maggior parte dei test di sviluppo.

La base del motore utilizzato sull’ Audi RS 5 DTM è rimasta immutata. Per avere il boost prefissato sono stati modificati i sistemi di aspirazione e raffreddamento, oltre a vari interventi per garantire lo stesso livello di affidabilità, visto che un motore DTM deve durare un’intera stagione.

Altra modifica imposta dal nuovo regolamento riguarda le sospensioni che devono essere uguali in tutte le vetture del DTM. Mentre questa misura pone un freno a ulteriori costosi sviluppi, resta la possibilità di lavorare su diversi set-up.