Aggiornato al 22/09/2021 10:46:39

LAMBORGHINI SUPER TROFEO: VITTORIA DI POSTIGLIONE E BASZ

Il terzo appuntamento del Lamborghini Super Trofeo Europa che si è disputato a Misano ha evidenziato ancora una volta grande equilibrio, con otto equipaggi al successo nelle quattro classi.

La lotta per il primato tra i PRO che ha visto il binomio della Imperiale Racing composto da Karol Basz e Vito Postiglione cogliere la terza vittoria della stagione dopo un'entusiasmante volata finale con Giacomo Altoè e Daniel Zampieri (Antonelli Motorsport), secondi e adesso leader della classifica per sole tre lunghezze.

Prima vittoria nella PRO-AM per Emanuele Zonzini e Lorenzo Bontempelli in Gara 1, quarto successo di fila, e sempre in testa alla propria classe. Prima vittoria nella classe AM anche per Glauco Solieri, alla sua prima stagione nella serie continentale sempre con il team Antonelli Motorsport. Gerard Van der Horst è invece tornato sul gradino più alto della Lamborghini Cup, bissando il risultato ottenuto un mese prima a Silverstone e confermandosi in testa al campionato.

Tra i PRO in Gara 2 ha iniziato bene Edoardo Liberati, sabato autore della sua seconda pole della stagione, che ha mantenuto il comando per tutto il suo primo stint, ma dopo i cambi il suo compagno Hans-Peter Koller è progressivamente scivolato dietro.

Lo svizzero è stato prima passato da Postiglione, che ha rilevato al volante Basz; quindi ha dovuto cedere strada anche a Zampieri. Quest'ultimo, dopo avere "ereditato" il volante da Altoè, è rimasto sulla scia dell'avversario ma alla fine si è dovuto accontentare del secondo posto. Terzi Felipe Ortiz e Tuomas Tujula (VS Racing) che hanno così completato un weekend quasi perfetto dopo avere messo a segno in Gara 1 la loro prima vittoria.

In PRO-AM primo successo di Lorenzo Bontempelli e Emanuele Zonzini e del team Iron Lynx. Che hanno chiuso al quarto posto assoluto. Secondi nella stessa classe Takashi Kasai e August MacBeth, anche loro con una vettura della VS Racing. Podio anche per Milos Pavlović e Davide Roda, terzi con i colori del team Antonelli Motorsport.

Incerta fino all'ultimo la seconda gara della classe AM, che ha visto alternarsi in testa quattro differenti piloti. Allo start il poleman Andrej Lewandowski manteneva il comando ma veniva superato al secondo giro da Cedric Leimer non prima di un contatto tra i due che ha costretto il pilota svizzero a rientrare ai box per una sosta, pagando in seguito anche un drive through. Al comando è balzato dunque Solieri, seguito nell'ordine da Lewandowski e Scholze. L'italiano del team Antonelli Motorsport è rimasto davanti a tutti fino a nove minuti dal termine, quando Lauck ha approfittato di un suo piccolo errore per subentrare primo rimanendoci fino al traguardo. Dopo l'arrivo la penalizzazione di 10 secondi inflitta al binomio tedesco per "unsafe release" durante la sosta, ha proiettato Solieri al comando. A chiudere secondi sono stati pertanto Piero Necchi e Lewandowski (Vs Racing), mentre Lauck e Scholze sono retrocessi terzi pur rimanendo in testa nella classifica della loro classe.

Nella Lamborghini Cup una penalità, per non avere rispettato il tempo di sosta ai box nel corso dei pit stop, è costata a Joseph Collado la vittoria. Per il francese, che si era imposto sabato in Gara 1, è sfumata così una doppietta, mentre il successo è andato a Gerard Van der Horst. Alle spalle dell'olandese hanno concluso nell'ordine Supachai Weeraborwornpong (Team Lazarus) e Hans Fabri (Imperiale Racing).

Le ultime news