Aggiornato al 10/08/2020 17:54:03
26/10/2015

MASERATI TROFEO: A SUZUKA VINCONO RAGAZZI E FOGLIANI

Riccardo Ragazzi torna al successo nel Maserati Trofeo World Series aggiudicandosi la prima gara del quinto round del campionato 2015 disputata sul circuito di Suzuka. Ragazzi ha saputo sfruttare al meglio il vantaggio della partenza dalla pole position, guadagnata grazie al miglior crono stabilito nel corso della Super Pole del mattino. Una prova condotta in solitaria senza sbavature, mantenendo la leadership dal primo all’ultimo giro.

Al secondo posto Romain Monti, il leader della classifica generale, che ha saputo superare nelle ultime tornate il pilota di casa, Shinji Nakano, ex pilota di Formula 1, ospite di questo appuntamento in Giappone e quindi trasparente ai fini della classifica. Quarta posizione per Adrien De Leener, capace di superare Lino Curti, quinto al traguardo, finito di fronte all’australiano Richard Denny e al debuttante Alexander West.

Nella seconda gara di Suzuka trionfa invece Alessandro Fogliani (nella foto in apertura) che, scattato dalla prima fila per effetto dell’inversione della griglia di gara 1, ha ottenuto il suo primo successo nel campionato al suo primo anno, di fronte ad un altro debuttante, Alexander West (di Hong Kong). I primi due classificati provengono entrambi dalla Maserati Racing Academy, programma dedicato alla formazione di nuovi piloti organizzato all’inizio della stagione a Vallelunga. A completare il podio il belga Adrien De Leener di fronte all’australiano Richard Denny ed Emanuele Smurra. Alessandro Iazzetti chiude sesto, perdendo alcune posizioni negli ultimi attimi a causa di un’uscita di pista.

I due pretendenti al titolo, Romain Monti e Riccardo Ragazzi non sono riusciti a prendere punti e tutto è rimandato all’ultimo round ad Abu Dhabi negli Emirati Arabi che si disputerà l’11 dicembre, con il francese favorito in quanto può contare su un vantaggio di 40 punti (con 41 ancora a disposizione). In realtà la differenza punti può variare in quanto i piloti dovranno scartare obbligatoriamente i punti di un round a scelta.

Il primo ad uscire di scena è stato l’italiano, finito contro le barriere alla prima curva dopo aver perso il controllo della vettura, coinvolgendo anche Lino Curti che nell’occasione ha bucato un pneumatico. Monti, invece dopo aver lottato per le prime posizioni, al settimo giro, nel tentativo di superare Shinji Nakano ha urtato la vettura del giapponese provocandone l’uscita in testacoda e lo scontro con Carlo Curti. Per questo contatto il francese è stato penalizzato con un drive through, che però ha poi scontato al termine della prova con 25 secondi aggiuntivi. Inevitabile l’entrata della safety car per rimuovere le due auto, che di fatto ha congelato la prova per cinque tornate. Alla ripartenza un altro incidente ha provato l’uscita di Barrie Baxter e Andreas Segler, interessando anche Giuseppe Fascicolo che però è riuscito a tagliare il traguardo ottavo alle spalle di Claudio Giudice.

Risultati gara 1

1 Riccardo Ragazzi – 43:20.920
2 Romain Monti – 43:26.684
3 Shinji Nakano – 43:27.360

Risultati gara 2

1 Alessandro Fogliani – 42:41.427
2 Alexander West – 42:42.197
3 Adrien De Leener – 42:42.732