Aggiornato al 10/08/2020 17:01:02
23/08/2015

MASERATI TROFEO: PRIMA VITTORIA PER FASCICOLO

Giuseppe Fascicolo ha colto, nella seconda gara Maserati Trofeo sul circuito Virginia International Raceway, la sua prima vittoria nella serie. Fascicolo è riuscito ad imporsi al termine di una corsa movimentata da numerosi contatti, uscite di pista e l’ingresso della safety car per tre volte. Secondo al traguardo Romain Monti che grazie anche alla vittoria in gara 1 - che gli ha portato anche 50 chilogrammi di zavorra - ha saputo consolidare il primato nella graduatoria generale incrementando il vantaggio sul suo diretto inseguitore, Riccardo Ragazzi (sesto posto finale), portandolo a 46 punti.

Sul terzo gradino del podio un altro italiano,Alessandro Iazzetti, al suo miglior risultato di sempre nel Maserati Trofeo, sfruttando al meglio la partenza dalla seconda posizione, maturata grazie all’inversione in base al risultato di gara 1. Iazzetti, tra l’altro, per almeno quattro tornate ha potuto assaporare il sapore della vittoria mentre era al comando, prima dell’assalto finale di Fascicolo che al tredicesimo giro è riuscito a sopravanzarlo.

Carlo Curti è scivolato in quarta posizione dopo il contatto con Tom Long all’undicesimo giro, che ha costretto l’americano (scattato dalla pole) ad abbondonare la corsa per una foratura. In quinta posizione Patrick Byrne, arrivato di fronte a Ragazzi. L’italiano ha lottato per un posto sul podio fino a quando non è uscito sull’erba dopo un contatto con Long. Settimo Andreas Segler, di fronte a Jeffrey Courtney, Barrie Baxter e Gianmarco Raimondo.

Undicesimo Freddie Hunt, figlio di James campione del mondo di formula 1 nel 1976. L’inglese, dopo una buona partenza è riuscito a passare dalla quarta posizione alla leadership al secondo giro, per poi farsi superare da Long. Hunt dopo aver perso ulteriore terreno per un’uscita di pista, nel tentativo di rimonta ha tamponato la vettura di Adrien De Leener, costringendo il belga ad abbondare e scaturendo l’ingresso in pista della safety car per la seconda volta. Per questo incidente Hunt è stato poi sanzionato con un drive through.

La terza sospensione della corsa si è verificata alla nona tornata per rimuovere l’auto di Mauro Trentin dopo il contatto conRichard Denny,  costato una penalità di 25 secondi all’australiano.