Aggiornato al 14/12/2017 15:57:52
07/12/2017

MOTORSHOW: DOPO I “PISTAIOLI”, DA OGGI RALLY E MOTO

Il protagonista della Superbike ha dato spettacolo nell’Area 48 Motul Arena Caffi dove è stato protagonista di una splendida finale mozzafiato nella Nascar Whelen Euro Series - Trofeo Angelo Caffi. Melandri, che non è nuovo a questi exploit in campo automobilistico, ha lasciato tempo prezioso in entrambi gli start delle due manche finali contro il romano Lorenzo Marcucci. Il rider della Superbike ha rimontato in modo spettacolare con la muscolosa Stock-car da 450 cavalli, fino ad assottigliare il gap a soli 15 centesimi di secondo da Marcucci che ha vinto la gara del Motor Show. “Sentivo di guidare meglio rispetto alle manche precedenti - ha spiegato Melandri - partire male con soli tre giri a disposizione ha compromesso l’intera gara”. Terza piazza per il rallista bresciano Marco Superti che nella “finalina” si è imposto su Massimiliano Lanza.

Nel Trofeo Italia Sport Prototipi per il viterbese Gianluca Carboni la vittoria su Wolf GB08 è la seconda al Motor Show 2017, dopo il successo ottenuto nella Porsche Carrera Cup domenica 2 dicembre. Il vincitore  ha realizzato un ottimo crono nella finalissima in cui ha duellato con l’efficace neofita milanese Filippo Cuneo su Norma M20. -“Ho avuto una grande macchina con cui ho potuto ottenere prestazioni in continuo crescendo - ha dichiarato Carboni - ho vinto tutte le sfide 2 a 0”-. Sul podio anche il bolognese Filippo Caliceti su Wolf, che nella sfida per il 3° posto ha preceduto Ludovico Di Canossa su auto gemella. Conclusa la parte pistaiola, da oggi si passa ai rally ed alle moto.

La serie di eventi e gare all’Area 48 era iniziata sabato scorso con un vero e proprio Ferrari Day con l’esibizione di Antonio Giovinazzi con la F60 di Formula 1 mentre gli uomini di Maranello hanno eseguito il Pit-Stop alla velocità della luce davanti alle tribune piene. La giornata è continuata con le altre esibizioni delle FXX e delle 488 GTE del campione del mondo Endurance Alessandro Pier Guidi e con le sfide del Ferrari Challenge che si sono chiuse con la vittoria di David Fumanelli, che si è aggiudicato la finale contro Daniele Di Amato, il vincitore del Ferrari Challenge Europe – Trofeo Pirelli 2017, costretto ad accontentarsi della seconda piazza. Terza posizione del podio per Thomas Gostner, che è riuscito ad avere la meglio sul rivale tedesco Bjorn Grossman nella finale per il terzo e quarto posto.

Domenica è stata la volta della Porsche Carrera Cup con Gianluca Carboni che è tornato al successo al Motor Show, dopo le vittorie del 2008 e 2009, battendo in finale Gianmarco Quaresmini dopo che il giovane bresciano era finito contro le barriere. Terzo posto per Niccolò Mercatali che ha battuto un Davide Uboldi, in difficoltà con il cambio sin dalla mattinata.

È stata poi la volta del Trofeo Italia Gran Turismo con Loris (Lamborghini Huracan GT3 del team Antonelli Motorsport)  che ha superato nella finale Matteo Malucelli con la Ferrari 458 GT3.

Nella finale per il terzo posto, Lucio Peruggini (Ferrari 458 GT3) ha avuto la meglio su Giuseppe Ghezzi sulla Porsche 997 GT3 R.

Si è passati quindi alle Turismo con il Trofeo Abarth Selenia che ha incoronato vincitore Cosimo Barberini che ha preceduto Andrea Mabellini, Massimiliano Gagliano e Maurizio Rampello.

Nel Trofeo TCR Italy il successo è andato al 17enne Giacomo Altoè  giunto alla Finale dopo aver avuto ragione prima di Marcello Possumato, tornato per l’occasione in casco e tuta sulla Peugeot 308 RC TCT della Autostar e negli ultimi giri cronometrati vicino ai tempi della concorrenza, e poi del fratello e compagno di colori Giovanni, sulla Volkswagen Golf GTI, che ha chiuso al quarto posto battuto da Cosimo Barberini.

Le ultime news