Aggiornato al 27/05/2019 07:47:39
03/05/2019

PARTE IL CAMPIONATO TERRA

Un Campionato Italiano Rally Terra così non si è mai visto. La stagione 2019 per gli specialisti dello sterrato sta per iniziare con il 26° Rally Adriatico e c’è già aria di spettacolo. Per il round d’apertura, che andrà in scena il 3 e 4 maggio a Cingoli, saranno molti gli argomenti d’interesse tra conferme e novità. La prima certezza arriva proprio dalla gara organizzata da PRS Group, che rimane in calendario e mantiene il format su due giornate. La partenza il venerdì e la corsa al sabato, riporteranno il rally sulle classiche prove sterrate delle recenti edizioni. Saranno 11 speciali per 93 chilometri in un percorso complessivo di 318,06 km che metteranno alla prova gli equipaggi, dei quali ben 23 al volante di vetture R5. Da tenere d’occhio anche il debutto del neonato Trofeo Gruppo N – 4 Ruote Motrici firmato da Yokohama. C’è curiosità anche per la prima su terra dei ragazzi di ACI Team Italia per il II round del CIR Junior. Il week end avrà anche la sua quota “Storica”. Si tratta del 1° Rally Storico del Medio Adriatico, valido come terzo appuntamento della competizione nazionale Trofeo Terra Rally Storici.

Non ci sarà a difendere il titolo Mauro Trentin, ma saranno diversi i campioni in corsa quest’anno. Il più atteso è l’11 volte campione italiano Paolo Andreucci ancora su Peugeot 208 T16 R5 gommata Pirelli, ma con la novità della Scuderia Maranello Corse. Altro clamoroso ingresso tra i protagonisti del Campionato quello di Umberto Scandola: vincitore delle ultime sei edizioni del Rally Adriatico, sarà chiamato nuovamente al duello con Andreucci, ma stavolta se la giocherà sulle strade, bianche, che preferisce. Il grande inedito per Scandola riguarda la nuova Hyundai i20 NG R5, appena battezzata in casa S.A. Motorsport Italia, sulla quale debutterà sempre insieme a Guido D’Amore.

Il giovane vice campione Terra Nicolò Marchioro avrà come unico obiettivo quello di migliorarsi, puntando al titolo. Ripartirà dai suoi punti fermi, cercando la terza vittoria consecutiva tra i terraioli all’Adriatico. Per farlo, avrà nuovamente a disposizione il pacchetto dello scorso anno: la Skoda Fabia R5 di RB Motorsport, gomme Yokohama e alle note Marco Marchetti. Sempre presente al via anche Daniele Ceccoli; dopo il tricolore sfiorato lo scorso anno, è necessariamente tra i favoriti con Piercarlo Capolongo, sempre su Fabia R5 di PA Racing con pneumatici Michelin. Conferme su tutti i fronti anche per un altro dei big, Giacomo Costenaro. Il pilota di Marostica è stato protagonista a metà nel 2018 e vuole riscattare il ritiro dell’ultimo rally marchigiano ripartendo sulla Fabia R5 di GF Racing, anche lui con Michelin, affiancato da Justin Bardini. Poi c’è il ritorno di Andrea Dalmazzini, che rientra tra i polverosi per ripetere la vittoria nella prima edizione del CIRT nel 2017. Altro rientro illustre tra le fila del Terra riguarda Luca Hoelbling, alle note Mauro Grassi, che riprende dopo un anno di assenza con l’altra nuova i20 R5 di S.A. Motorsport Italia.

Outsider di lusso per la vittoria finale: Andrea Crugnola, presente per fare chilometri su terra, affiancato da Moira Lucca al volante di una Fabia R5, il russo Nikolay Gryazin con Yaroslav Fedorov su Fabia R5, al debutto nel CIRT con una Fabia R5 di Erreffe Rally Team Bardhal.

Immancabile Luigi Ricci , con Christine Pfister, anche lui su Hyundai i20, oltre al trevigiano Tullio Luigi Versace , confermato con Cristina Caldart su Skoda Fabia.

Altre due vetture boeme per Luciano Cobbe, navigato da Fabio Turco, e Massimiliano Tonso, in coppia con Silvio Stefanelli.

Ma il CIRT quest’anno sarà anche un’importante accademia per far crescere i giovani piloti italiani sulla Terra. Tutti armati di Peugeot 208 quelli impegnati in classe R2, come Michele Liceri, nuovamente con Salvatore Mendola. Il pilota della Porto Cervo Corse se la vedrà con diversi rookie, a partire da Simone “Barone Jr.” Baroncelli insieme a Simona Righetti.

C’è grande attesa per il debutto sulle strade bianche dei talenti di ACI Team Italia. Sono in 7, in formazione completa sulle Ford Fiesta R2B di Motorsport Italia tutte gommate Pirelli, in piena corsa per il CIR Junior. Il tricolore dedicato agli Under vede in testa Marco Pollara, vincitore nell’apertura a Sanremo con David Castiglioni, secondo Giorgio Bernardi con Giulia Zanchetta, terzi assoluti Mattia Vita insieme a Massimiliano Bosi.

Si inizia oggi on lo shakedown pomeridiano e la cerimonia di partenza dalle ore 19.01 da Cingoli. Sabato tutta la gara, con start ore 8.01 e arrivo ore 19.30 sempre in Piazza Vittorio Emanuele II.

Nelle foto, Paolo Andreucci e, sotto, Umberto Scandola

CALENDARIO CIRT 2019

26° RALLY ADRIATICO (3-4 maggio);
RALLY ITALIA SARDEGNA 2019 (13–16 giugno) 1a tappa coeff. 1,5;
47° SAN MARINO RALLY (12-13 luglio);
IL NIDO DELL’AQUILA 2019 (27-28 settembre);
10° TUSCAN REWIND (22-24 novembre) coeff. 1,5.

Le ultime news