Aggiornato al 17/10/2019 15:16:08
16/09/2019

RICORDANDO UN AMICO

Autore: Franco Carmignani

Non avremmo mai voluto scrivere queste righe, cosa difficilissima per un amico come Bruno. Un grande rapporto umano e professionale iniziato più di trent’anni fa, in uno dei luoghi a lui più cari: l’autodromo di Monza, dove con il suo sorriso buono ricordava di aver fatto da comparsa nel film Grand Prix di John Frankenheimer, era infatti nel gruppetto dei tifosi in tribuna con tanto di cartelli inneggianti al personaggio di Jean Pierre Sarti interpretato da Yves Montand. Le radici con il Tempio della Velocità, non solo per motivi di logistica, vista la vicinanza di casa con Vedano, sono diventate ancora più forti da quando c’è Umberta, “brianzola tosta” come la chiamavamo – forza Umby, ti siamo tutti vicino.

Ma c’è un'altra stella polare che illuminava Bruno in occasione della fatidica data di giugno: la 24 Ore di Le Mans. Quanti viaggi-pellegrinaggi con gli amici più stretti…

Sul piano professionale un percorso con i passaggi di Quattroruote, Autoruote 4x4, gli house organ Peugeot ecc. E poi Paddock, quella rivista per l’automobilismo reale, quello che sempre gli è stato caro.

La distanza Roma-Milano non è mai stata un problema. Lunghe telefonate sugli argomenti del giorno, intramezzate da incroci in occasione di qualche manifestazione. Quella volta al tavolo con Ferdinand Piech, che da poco aveva lanciato l’Audi Quattro riuscì a farsi fare uno schizzo autografo su un tovagliolo di carta.

Buono e pacato, così lontano da certi stereotipi! Bruno partendo dalle sue basi ingegneristiche – tante volte ci siamo confrontati sulle varie formule di calcolo, sulle miscele, il diesel, l’elettrica - ha sempre visto lontano cercando di anticipare tanti schemi oggi di grande successo sul web, anche come argomenti, ad esempio la buona cucina che attualmente invade tanti canali. Ma è rimasto sempre legato alla “sua” Monza, con l’ultima enciclopedica impresa dedicata alla raccolta di tutti Gran Premi d’Italia, a partire da quelli corsi nel Tempio della Velocità.

A Luca e Marco, e a noi di Paddock, il compito di raccoglierne le sfide

Ciao Bruno

Le ultime news