Aggiornato al 23/09/2018 09:12:29
06/07/2018

STORICHE: CESANA-SESTRIERE TRICOLORE ED EUROPEA

Parte oggi con le operazioni di verifica sportiva e tecnica in Piazzale Giovanni Agnelli al Sestriere, dalle 14 alle 19.30, la 37ª edizione della Cesana - Sestriere Trofeo Avv. Giovanni Agnelli, la gara organizzata dall’Automobile Club Torino con validità di 5° appuntamento del Campionato Italiano Velocità Salita Autostoriche e FIA Hill Climb Championship.

L’edizione 2018 della competizione, nata nel 1961, presenta una formula diversa con uno svolgimento su un percorso di 6,4 Km, in luogo dei 10,4, a causa di una frana che ha interessato la strada sede del tracciato, pertanto, saranno disputate due gare.

Sabato 7 luglio è prevista una seconda sessione di verifiche dalle 8 alle 9.30, mentre alle 13 partirà la prima delle due salite di ricognizione, per permettere ai piloti di familiarizzare col tracciato al volante delle auto da gara. Domenica 8 luglio alle 9.30 il Direttore di Gara Alessandro Battaglia e l’aggiunto Fabrizio Bernetti, daranno il via alla prima delle due gare. Le auto arriveranno, come di consueto in Piazza Giovanni Agnelli a Sestriere per il parco chiuso, nella stessa sede alle 15 si terrà la cerimonia di premiazione.

Occasione preziosa per guadagnare punti tricolori ed europei sopratutto chi mira ad entrambe le serie, come Uberto Bonucci su Osella PA 9/90 BMW, l’attuale leader di 4° Raggruppamento europeo  e vincitore della Camucia - Cortona, gara d’inizio stagione, che deve rimontare nell’italiano, dove Walter Marelli ha saputo farsi largo con l’Osella PA 9/90 BMW da 2000 cc, con cui è in testa al tricolore. Ambizioni di vertice anche per Piero Lottini con l’Osella PA 9/90, reduce anche lui da alcune presenze europee, ma all’8° posto nel tricolore.

Tra le biposto sport nazionali gara di casa per Guido Vivalda, che si è adattato in fretta alla Lucchini con motore Alfa Romeo da 2500 cc mentre su Osella da 3000 cc ci sarà Roberto Gorni attualmente 5° nell’Europeo. Tra le auto turismo di 4° raggruppamento Marco Ulivi cerca nuovi punti sulla Renault 5 GT Turbo. Stefano Peroni arriva al Sestriere da mattatore di 5° Raggruppamento, con poker di successi e tre migliori tempi assoluti in gara al volante della Martini Mk32 BMW, monoposto che il pilota e preparatore fiorentino ha reso quanto mai incisiva grazie ad un assetto molto efficace, favorito da uno straordinario rapporto peso potenza della vettura progettata appositamente per le salite. A 5 lunghezze e mezza insegue Chiara Polledro, la giovane driver piemontese che giocherà in casa al volante della Formula Abarth e che dovrà guardarsi dal diretto inseguitore Alessandro Trentini, con una Dallara F.3 motorizzata Alfa Romeo. Attenzione però al vincitore del 2017 di raggruppamento e gara, Emanuele Aralla con la Dalla F390, reduce da un’ottima prestazione anche allo Spino.

Per il 3° Raggruppamento sfida di vertice tra Andrea Fiume che sulla Osella PA 8/9 ha preso il comando dopo lo Spino, contro Giuseppe Gallusi sempre tenace al volante della Porsche 911 di classe GTS da oltre 2500 cc, dove dovrà fronteggiare gli attacchi di Giorgio Tessore su auto gemella. Per la classe 2000 del gruppo GTS Franco Sivori sulla Renault 5 GT cercherà altri punti per rinsaldare il primato. Altra biposto in gara la Lola Ford T590 di Gianluca De Camillis e l’Osella PA 5 di Giuseppe Castagno, oltre a due Porsche 935 in versione Silhouette per lo svizzero Vittorio Coggiola e Mario Massaglia.

Giuliano Peroni senior con l’Osella PA 3 BMW arriva al Sestriere in testa al 2° Raggruppamento, dopo un poker di vittorie, ma ad inseguire a sole tre lunghezze tra i presenti, c’è Giuliano Palmieri, che salirà in Piemonte sulla Porsche Carrera RS appena sceso dalla sempre vincente De Tomaso Patera, pilota che punta sempre al raggruppamento, ma anche alla classe GTS oltre 2500 cc.

Altra costante e sempre più incisiva presenza quella di Matteo Adragna, che sulla Porsche Carrera correrà in casa per la factory di preparazione Balletti. In classe GT 2000 sarà occasione preziosa di rimonta per Ruggero Riva sulla Alfa Romeo GTAM, ma anche per Paolo Bergia e Vittorio Pendini sulla Alfa GT Veloce e Vittorio Altavilla che sulla Alfa 1750 AM Veloce è sempre presente alla gara di casa per il gruppo FCA.

Antonio Bardi sulla BMW 2002 potrà allungare in classe T2000. Duello annunciato in classe T1300 tra la Giulia Super e l’Alfa GT Junior rispettivamente di Stefano Venanzi e Gabriele Travagin.

Combattuto anche il 1° Raggruppamento dove è saldamente in testa Tiberi Nocentini sulla Chevron B19 Cosworth da 2000 cc con cui ha vinto ben 7 sulle 8 salite di gara disputate mancando solo, per un problema tecnico al motore nella 2ª a Montefiascone. Molto vicino alla vetta è Angelo De Angelis sulla Nerus Silhouette di classe 1600 e torna in gara la sempre ammirata e unica Lancia Fulvia Barchetta F&M di Giorgio Taglietti e la Lotus 23B di Angela Grasso, mentrealtra importante sportscar è la Fiat 1100 Ala D’Oro con cui è protagonista del tricolore Tonin o Camilli.

Classifiche di Raggruppamento prima della Cesana-Sestriere

1°: 1 Nocentini, p. 24,6; 2 De Angelis 21; 3 Di Fazio 15,5.
2°: G. Peroni 28; 2 De Frassini 26,5; 3 Palmieri 25.
3°: 1 Fiume 26; 2 Gallusi 25,5; 3 Tramonti 17,5;
4°: 1 Marelli 25,5; 2 Vivalda 17; 3 Bonucci 15.
5°: 1 S Peroni 27,5; 2 Polledro 22; 3 Trentini 17.

Nelle foto, Uberto Bonucci e, sotto, il parco chiuso del Sestriere della scorsa edizione

Le ultime news