Aggiornato al 19/07/2018 07:47:54
04/01/2018

TCR: ARRIVA LA PEUGEOT 308

Si annuncia una nuova protagonista per il TCR. Peugeot ha infatti presentato la 308TCR che nasce come un’evoluzione della 308 Racing Cup, partendo dalla medesima base di Peugeot 308 GTi by Peugeot Sport.

Chassis, motore, cambio e l’aerodinamica di questa versione corsaiola della 308 sono specifiche per il TCR e per i campionati turismo internazionali come il VLN tedesco, il CER spagnolo, il nostro campionato tricolore, il BGDC belga, e ancora per le serie endurance, tipo 24H Series.

Per la 308 TCR, destinata ai team e ai piloti privati è stato fissato un prezzo di vendita di 109 000€ HT, gli ordinativi sono già aperti, mentre la consegna delle prime vetture è prevista per aprile 2018.

Sul piano più tecnico, il motore THP è stato sottoposto a un grosso lavoro di sviluppo, in particolare sull’aspirazione, lo scarico e la sovralimentazione, che ha permesso di spremere una potenza di 350 CV e una coppia massima di 420 Nm a 3.500 giri/min. La durata potenziale è di 5.000 km, praticamente il doppio della percorrenza di una stagione del WTCR.

Per quanto riguarda la trasmissione la nuova Peugeot 308 TCR dispone di cambio specifico, rinforzato rispetto alla Peugeot 308 Racing Cup, di tipo sequenziale a 6 rapporti con leve di comando sul volante.

Grazie a un sensibile incremento delle carreggiate, sospensioni specifiche, barre antirollio regolabili anteriormente e posteriormente, la 308 TCR beneficia di un avantreno con grande potenziale in ingresso curva, e un treno posteriore che reagisce perfettamente.

I freni sono a disco ventilati Ø 378x34 mm con pinze a 6 pistoncini sull’anteriore, a disco pieni Ø 270x12 mm con pinze a due pistoni nel posteriore.

Realizzata congiuntamente dagli ingegneri di Peugeot Sport e dai designers del Centre De Style Peugeot, la carrozzeria presenta un’aerodinamica ottimizzata, dopo un lungo lavoro di sviluppo al CFD.

Il fascione anteriore, studiato nei minimi dettagli, permette di alimentare in modo efficace i flussi d’aria verso il radiatore e lo scambiatore aria/aria, assicurando prestazioni e affidabilità, mentre lo splitter genera il massimo appoggio, essenziale per un buon potere direzionale. Sul posteriore spicca il grande estrattore, che ugualmente deve creare l’appoggio aerodinamico del retrotreno.

L’estetica del veicolo è completata dai cerchi da 18”, che montano pneumatici 27-65/18.

CHIUDI X   
Le ultime news