Aggiornato al 31/10/2020 06:06:39
18/09/2020

TOYOTA IN POLE A LE MANS

Autore: Massimo Campi

Kamui Kobayashi è risultato il più veloce nella sessione di Hyperpole sul tracciato della Sarthe, ma il giapponese della Toyota ha dovuto faticare per mettersi dietro la Rebellion di Gustavo Menezes avvantaggiata dai nuovi regolamenti sul giro secco. Kamui ha conquistato la pole con un vantaggio di sei decimi sul rivale che ha saputo sfruttare il nuovo pacchetto aerodinamico, che per Le Mans non può beneficiare del BOP per risultati. Staccata di 1″3 secondi l’altra Toyota TS050, che non è riuscita ad entrare nella lotta per il miglior tempo. A completare la top-5, la seconda Rebellion col tempo di Louis Deletraz, e la ByKolles.

Pole position per Paul Di Resta in LMP2. Il pilota scozzese ha battuto con la prima Oreca del team United Autosports l’esemplare brandizzato Aurus di Jean-Eric Vergne. Terzo posto per Nyck De Vries con il team Nederland.

In GTE-Pro è stato Gimmy Bruni l’autore del miglior tempo con la Porsche numero 911, seguito da James Calado, che con la Ferrari ha beffato Marco Sorensen con la Aston Martin Vantage. I primi sei piloti GT sono stati racchiusi in mezzo secondo con Bruni che è stato l’unico a scendere sotto i 3 minuti e 51 secondi.

 

Il belga Ledogar è l’autore della pole in GTE-Am, secondo posto di classe per Matt Campbell sulla Porsche Dempsey-Proton mentre Matteo Cairoli si è piazzato terzo sulla Porsche 911 del team Project1.

Per la gara la grande incognita è il meteo, le previsioni sono incerte e, con la pioggia, le vetture giapponesi con un sistema ibrido quattro ruote motrici, sono nettamente avvantaggiate sulla concorrenza.

(Foto AdrenalMedia-Fia Wec)