Aggiornato al 16/07/2020 15:57:02
17/11/2013

VITTORIA PER ROMAGNA-ADDONDI ALLA RONDE BALCONE DELLE MARCHE

Valida per il Challenge CSAI Raceday Ronde Terra e compresa anche nel Campionato ERMS, la gara ha adottato una Prova Speciale percorsa quattro volte, con il finale al Crossdromo “Tittoni” di Cingoli. Il successo dell’equipaggio vicentino è arrivato in coincidenza dell’ultimo passaggio della “piesse” “Lago di Cingoli”, a conferma di un confronto rivelatosi incerto e tirato.

Durante la prima prova speciale il comando della classifica lo aveva preso Luciano Alessandro Taddei, al volante di una Citroën Xsara WRC, poi dal secondo passaggio è passato in testa Luciano Cobbe, pure lui con una Focus WRC.
Nella terza prova cronometrata, Romagna e Taddei hanno siglato lo stesso tempo al decimo di secondo, con Cobbe invece rallentato da un paio di errori di guida. A quel punto tutto si è giocato sull’ultimo passaggio, alla soglia del quale Romagna e Taddei sono arrivati divisi da soli sei decimi. Romagna ha fatto suo di nuovo il miglior tempo, precedendo il rivale di 6”1 sotto la bandiera a scacchi a Cingoli. Dietro a Taddei, secondo,la terza piazza l’ha fatta sua Cobbe.

La quarta posizione andava a Mauro Trentin, pluriCampione del Trofeo Terra, affiancato da Alice De Marco ed al debutto con una Subaru Impreza N14, con la quale hanno anche vinto il Gruppo N. Giuseppe Grossi, al suo rientro dopo una lunga assenza e debuttante con una Mitsubishi Lancer EVO IX Gruppo R, concludeva alla fine quinto a soli 2”1 da Trentin, aggiudicandosi il Gruppo R.

Sesta posizione assoluta per Francesco Fanari, con una Mitsubishi Lancer Evo IX, con la quale ha vinto la classifica del Trofeo Mitsubishi Evo Cup, mentre tra le vetture a due ruote motrici il migliore è stato Alessandro Landini, affiancato da Sacchi, su una Suzuki Swift S1600.


CLASSIFICA FINALE (top ten)

1. Romagna-Addondi (Ford Focus Wrc) in 28'01.4; 2. Taddei-Marchiori (Citroen Xsara Wrc) a 6”1; 3. Cobbe-Orian (Ford Focus Wrc) a 12”3; 4. Trentin-De Marco (Subaru Impreza N14) a 47”0; 5. Grossi-Pavesi (Mitsubishi Lancer Evo IX) a 49”1; 6. Fanari-Stefanelli (Mitsubishi Lancer Evo IX) a 56”6; 7. Marchioro-Dinale (Subaru Impreza N14) a 1’18”2; 8. Succi-Biordi (Mitsubishi Lancer Evo IX) a 1'33”5;  9. Peljhan-Lazar (Mitsubishi Lancer Evo IX) a 1'44”6; 10. Barbero-Barbero (Mitsubishi Lancer Evo IX) a 1’50”2.

 

Nella foto,  Romagna-Addondi