Aggiornato al 22/09/2017 04:52:48
04/09/2017

WEC MESSICO: DOPPIETTA PORSCHE

La Porsche ha decisamente dominato la 6H del Messico chiudendo con una doppietta che ha visto la 919 n.2 di Bernhard-Bamber-Hartley vincitrice con 7 secondi di vantaggio sulla sorella n.1 di Jani-Lotterer-Tandy. Dietro di loro con un quasi imbarazzante giro di distacco le due Toyota TS050, con la n.8 di Buemi-Davidson-Nakajima a completare il podio econ l’equipaggio della vettura giapponese che si ritrovano in classifica piloti a 41 punti dai tre vincitori.

In LMP2, la vittoria è andata alla Oreca 07 n.31 del Vaillante Rebellion di Canal-Prost-Senna che hanno preceduto di 26 secondi l’Alpine A470 di Lapierre-Menezes-Negrao mentre sul terzo gradino del podio è salita l’Oreca n.24 di Rao-Hanley-Vergne (CEFC Manor TRS Racing).

L’Aston Martin si è aggiudicata la GTE Pro con la n.95 di Nicki Thiim e Marco Sorensen che è stata classificata con 9”159 di vantaggio sulla Ferrari n.51 di Davide Rigon e Sam Bird, primi al traguardo ma penalizzati di 10 secondi per superamento del limite degli 80 km/h durante la prima fase di Full Course Yellow. Terzo gradino del podio, a un giro dall’Aston Martin, la Porsche 911 RSR di Frédéric Makowiecki e Richard Lietz.

In GTE Am, Matteo Cairoli, autore della sua prima pole della stagione, ha centrato con la Porsche 911 RSR del team Dempsey-Proton Racing divisa con i tedeschi Christian Ried e Marvin Dienst la seconda affermazione di fila nella categoria.

Le ultime news