Aggiornato al 21/02/2020 01:44:43

WEC: REBELLION RACING ABBANDONA LE GARE

A una settimana dall’appuntamento di Austin, Rebellion Racing ha annunciato all’improvviso la decisione di abbandonare le gare dopo la 24 Ore di Le Mans, ultima tappa della stagione 2019-2020 del WEC.  Il team avrebbe dovuto essere il riferimento in pista e per lo sviluppo del progetto Hypercar Peugeot che prevede il ritorno della Casa francese nel Mondiale Endurance ed il Leone rampante dovrà trovare un nuovo partner.

Nei 13 anni dell’avventura nel motorsport, il Rebellion Racing è stato un esempio vincente per i team privati impegnati nell’endurance senza l’appoggio di una Casa ufficiale. Dopo le vittorie in LMP2, la squadra aveva deciso il salto in LMP1 primeggiando orima tra i team cin vetture non ibride per poi cogliere uno storico successo alla 4 Ore di Shanghai del novembre scorso quando ha ottenuto la vittoria assoluta battendo la corazzata Toyota.

Nel comunicato ufficiale Rebellion (noto marchio di orologi) accenna ad impegni in altri progetti, molto probabilmente al di fuori del motorsport.

"Il motorsport ha rappresentato una grande risorsa per Rebellion Racin” ha dichiarato Alexandre Pesci, presidente della scuderia “I circuiti sono stati un palcoscenico eccezionale e un'importante cassa di risonanza per il nostro marchio, con una platea davvero ampia. Il ritorno proveniente da queste attività nel business del motorsport è stato più che soddisfacente. Ora ci daremo tempo per ridefinire i cardini del nostro business, ma gli effetti di questa decisione saranno immediati per quanto riguarda le competizioni, già al termine di questa stagione del WEC. Non sono decisioni facili da prendere e siamo dispiaciuti di non poter adempiere agli impegni futuri che avevamo preso di recente".

"La strategia di Rebellion Corporation ha bisogno di un cambiamento! La 24h di Le Mans 2020 sarà la nostra ultima gara e cercheremo di concludere al meglio la nostra avventura nell'endurance, arricchendo un palmarès già colmo di successi” ha aggiunto Calim Boudhadra, amministratore delegato di Rebellion Corporation “Ringraziamo i nostri partners per la fiducia in noi riposta e per avere accettato così tante sfide insieme a noi, sempre con spirito 'ribelle'. Come team privato, siamo fieri di avere scritto una grande pagina di motorsport. Sono convinto che il progetto Peugeot nel WEC possa avere grande successo in futuro, sarà un peccato non farne parte".

Peugeot ha già comunicato che la decisione di Rebellion non fermerà lo sviluppo del progetto Hypercar, ma non ha ancora annunciato chi prenderà il posto del team elvetico come partner tecnico di riferimento per il progetto della Casa francese.

Le ultime news