Aggiornato al 07/04/2020 05:43:01

WRC MONTECARLO: IL TRIO MERAVIGLIE

Venerdì scorso l'incidente di Tanak, il campione del mondo 2019 all'esordio con la i20 che ne è ucito per fortuna indenne, oggi il trionfo di Thierry Neuville da sempre punta della Hyundai che entra per la prima volta nell'albo d'oro del Rally di Montecarlo. E' una sorta di rivincita morale per il pilota belga, una vittoria meritata e cercata la sua, che ha vinto tutte le prove speciali in programma in questo ultima frazione sfruttando al meglio il lavoro di ricognizione di Dani Sordo. Un “martello” che ha finito per mettere pressione ai rivali di Toyota, Evans e Ogier che non sono riusciti a blindare il primo e secondo posto da cui sono ripartiti stamane.

Super Seb, che nell'ultima prova speciale ha superato il compagno di squadra gallese (non c'era da dubitarne...) deve rinunciare a vincere nel Principato con la quinta macchina diversa, anche se il risultato in termini di punti, 22 contro i 30 del suo “classico” avversario non è malaccio. I rimpianti maggiori li ha Elfyn Evans, che ha perso secondi decisivi in piccole ma innocue uscite di strada

Alle spalle del trio meraviglia possono festeggiare Esappekka Lappi autore di un ottimo esordio, da leader, al volante della Fiesta di M-Sport e Kalle Rovanpera che alla prima gara mondiale con una WRC ha confermato tutte le speranze riposte in lui.

Nel WRC2 Citroen ha monopolizzato le prime cinque posizioni con Eric Camilli, Mads Ostberg,  Nicolas Ciamin, Yohann Bonato e Yohann Rossel.

Rally Montecarlo 2020 – Top 5 finale

1. Neuville(Hyundai) in 3h10’57”6
2. Ogier (Toyota) a 12”6
3. Evans (Toyota) a 14”3
4. Lappi (M-Sport Ford) a 3’0”0
5. Rovanpera (Toyota) a 4’17”2

Le ultime news