Aggiornato al 21/09/2018 08:52:06
03/09/2018

WRX: LOÉHAC COME MONZA

“Questo week-end a Lohéac abbiamo sperimentato tutta la difficoltà dello sport automobilistico e, in particolare, tutto il piacere e la frustrazione che il rallycross può generare. È chiaro che il risultato finale è molto inferiore alle nostre aspettative, ma comunque abbiamo visto delle bellissime azioni. La vettura ha mostrato tutto il suo potenziale e ha una buona velocità di punta; abbiamo fatto segnare ottimi tempi sul giro. Sébastien ha disputato una semifinale da manuale, rimontando dal 6° al 2° posto per merito suo, senza l’intervento di imprevisti di gara, una situazione che si vede raramente nel rallycross. Il momento più bello della stagione, fino ad ora! Purtroppo non siamo riusciti ad avere una perfetta congiuntura astrale. Il tutto è iniziato con un’estrazione a sorte sfavorevole, perché ci sono state manche di qualificazione che non si sono svolte nel migliore dei modi, incidenti di gara penalizzanti come il contatto fra Loeb e Chicherit che ha messo fuori uso il servosterzo della vettura e, alla fine, Seb ha ottenuto il 18° tempo nella Q3, cosa che lo fatto precipitare al 12° posto della classifica generale. Qui sta tutta le difficoltà del rallycross! È un circolo virtuoso o vizioso: bisogna ottenere buoni risultati dall’inizio alla fine, le condizioni importano poco. Questo week-end, anche se l’affidabilità e le prestazioni della 208 WRX non sono state messe in discussione, non abbiamo ottenuto il risultato previsto”.

Bruno Famin, Direttore di Peugeot Sport, sintetizza così l’andamento della gara di casa, a Lohéac, dove si è disputata l’ottava manche del Campionato del Mondo FIA di Rallycross. Si tratta del terzo evento più importante dell’automobilismo sportivo in Francia, dopo il GP di F1 e la 24 Ore di Le Mans. In lotta per la vittoria, la squadra francese non è riuscita a concretizzare il risultato nella finale e conclude con un punteggio un po’ deludente: il 5° e 6° posto, rispettivamente per Timmy Hansen e Sébastien Loeb,.

Ha vinto invece l’avversario di sempre, lo svedese Johann Kristofferson, con un successo che lo proietta verso il secondo titolo consecutivo, al pari di VW tra i team.

Appuntamento fra due settimane alla prossima gara, in Lettonia.

RISULTATI DELLA FINALE DI LOHEAC

1. Johan KRISTOFFERSON - 03:44.787
 2. Andreas BAKKERUD - 03:45.127
3. Petter SOLBERG - 03:45.571
4. Mattias EKSTRÖM - 03:45.945
5. Timmy HANSEN - 03:46.210
6. Sébastien LOEB - 03:46.362

 

 

CHIUDI X   
Le ultime news