Aggiornato al 04/08/2020 07:16:27
08/04/2019

WTCR: TARQUINI VINCE GARA 2, BJORK LA TERZA

Vittoria in gara 2 del WTCR in Marocco per Gabriele Tarquini favorito dalla sfortuna di Catsburg  che era partito molto bene  dalla pole position mantenendo la testa sino al decimo giro quando per un probabile problema ai freni è finito contro le barriere lasciando via libera  al “Cinghio” che ha preceduto senza problemi Jean-Karl Vernay (Leopard Racing Team Audi Sport) ed Yann Ehrlacher (Cyan Performance Lynk & Co) seguiti da Esteban Guerrieri, il vincitore di gara 1, Bjork, Muller, Monteiro e Girolamo che ha chiuso la top 10.

A punti anche Augusto Farfus,  Norbert Michelisz , Andy Priaulx, Tom Coronel e Gordon Shedden mentre c’è da registrare la sfortunata foratura per Ma Qing Hua quando il pilota del Team Mulsanne era dodicesimo. Fuori anche Mehdi Bennani per un contatto con il collega Rob Huff al via che non ha certo reso….felice il team di Loeb.

In gara 3 Thed Björk ha regalato  al  Cyan Racing Lynk & Co la prima vittoria dell’anno approfittando del ritiro da parte di Yvan Muller, in testa a Gara 3 fino al cedimento dello sterzo.

I due avevano superato al via il poleman Frédéric Vervisch (Audi) e sembravano avviati alla doppietta di Lynk & Co 03 TCR. Al giro 14, però, il francese, ex campione del mondo, ha rallentato cedendo strada al collega, che così porta la sua auto cinese al successo con tre

Al via c’è stato anche l’incidente alla curva 7 fra Esteban Guerrieri, Tiago Monteiro ed Yann Ehrlacher, con gli ultimi due che sono finiti a muro dopo una collisione fra le tre auto in frenata. L’argentino ha poi proseguito, mentre la Safety Car è dovuta entrare in pista con Muller davanti a Björk, Vervisch e a un grande Mikel Azcona.

Dopo l’abbandono di Muller, Björk ha resistito agli attacchi di Vervisch ed Azcona, ma al giro 20 anche Jean-Karl Vernay (Audi) è finito a muro per un problema accusato dalla sua RS 3 LMS. Anche qui inevitabile l’ingresso della safety car, che ha scortato il gruppo alla bandiera a scacchi.Vervisch alla fine ha ottenuto un buon secondo posto, mentre per Azcona è il podio al debutto nella serie con la Cupra.

Quarto Guerrieri , il più regolare in queste tre prime gare, seguito da Gabriele Tarquini, Néstor Girolami , Gordon Shedden, Norbert Michelisz )e Ma Qinghua, che regala i primi punti all’Alfa Romeo Giulietta. Decimo l’altro pilota della PWR Racing, Daniel Haglöf.